Il 'tuffatore della Reggia' si fa il bagno nella laguna in strada I VIDEO

Il tuffo del 37enne casertano nei pressi del jersey di benvenuto dopo la bomba d'acqua

Il 37enne denunciato dai carabinieri protagonista dell'ennesimo tuffo

I danni del maltempo a Caserta lasciano spazio all'ironia che sta impazzando sui social. Protagonista dell'ennesima bravata è il 37enne casertano Paolo Sforza, che dopo il tuffo nella vasca della Reggia di Caserta, si è gettato nella "laguna" venutasi a creare in piazza Carlo III dopo la bomba d'acqua che si è abbattuta sul Capoluogo. Il tutto, naturalmente, ripreso (come suo solito) in diretta su Instagram e postato per tutti i suoi followers. "Vanvitelli voleva fare il mare e ce l'abbiamo fatta, sono fiero di questa Italia", ha esclamato Sforza nel video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

Torna su
CasertaNews è in caricamento