Le 10 birrerie artigianali a Caserta: ecco dove gustare il sapore autentico

La bevanda alcolica tra le più antiche, prodotta già dai Sumeri e consumata e apprezzata tutt'oggi dai giovani, dagli adulti e dagli anziani

Bionda o rossa? Non stiamo parlando certamente di gusti in bellezza femminile, ma della ‘birra’, la famosissima bevanda dalle antiche origini che tutt’oggi viene apprezzata da una larga fetta di consumatori. Dai giovani agli anziani, soprattutto nelle serate con gli amici, viene scelta per accompagnare secondi di carne, la pizza o un panino, ancora meglio se alla piastra!

La birra è una delle bevande alcoliche più antiche, probabilmente databile al settimo millennio a.C. e, stando alle fonti pervenuteci, diffusa già presso i Sumeri. È proprio in Mesopotamia, infatti, che sembrerebbe essere nata la professione del birraio. La bevanda, che oggi è ottenuta dalla fermentazione di mosto a base di malto d’orzo e aromatizzata con luppolo, inizialmente era ottenuta dalla fermentazione di orzo e di farro ed era addirittura ritenuta mistica e curativa per le sue qualità naturali.

Fu con gli Egizi che da una produzione artigianale si passò a quella ‘industriale’: i faraoni possedevano persino delle fabbriche, grandi stabilimenti in cui gli schiavi lavoravano per produrre la bevanda.

Quando parliamo oggi di birra, però, ci viene spontaneo pensare alle popolazioni germaniche ed infatti è proprio grazie ai celti che questa bevanda naturale si è diffusa in Europa. Celebre omaggio alla birra è l’Oktoberfest, il festival popolare conosciuto in tutto il mondo che si tiene ogni anno a Monaco di Baviera, in Germania, negli ultimi due fine settimana di settembre e al principio di ottobre in cui si dà vita a un luna park e si montano gli stand dove sono servite le sei marche di birra storiche di Monaco di Baviera: Paulaner, Spaten, Hofbräu, Hacker-Pschorr, Augustiner e Löwenbräu, autorizzate a produrre la bevanda per l'occasione.

Ovviamente, per assaporare questa bevanda non bisogna espatriare! L’Oktoberfest, per gli amanti della birra, è sicuramente un’esperienza da vivere, ma non di certo una tappa obbligata se si vuole bere un’ottima birra.

Birrerie artigianali a Caserta

La birra si trova un po’ ovunque: nei bar, nei ristoranti, nei bistrot, nei locali più in e soprattutto nelle birrerie, luoghi destinati alla mescita e alla consumazione della birra. Anche a Caserta esistono diverse birrerie in cui, tra l’altro, si producono delle birre artigianali. Ecco quali sono e dove si trovano.

White Tree Birra Artigianale, Via Antonio Niccolini, 9, 81100 Caserta - Telefono: 347 312 7980

La Quinta Pinta, Via Ferrarecce, 185, 81100 Caserta - Telefono: 329 625 4169

SpillAle, Via Mazzocchi Alessio Simmaco, 9, 81100 Caserta

MBA Micro Birrificio Artigianale, Via P. Bronzetti, 69, 81020 San Nicola La Strada - Telefono: 0823 184 4259

Penrose Pub-Birreria, Via Francesco Marchesiello, 42, 81100 Caserta - Telefono: 334 772 3194

Beer House, Via Franco Ferrante, 11, 81100 Caserta - Telefono: 389 686 8001

Malto Reale, Via dei Cotonieri, 27, 81100 Caserta - Telefono: 0823 154 3738

Birrificio Artigianale Karma, Corso Umberto I°, 255, 81012 Alvignano - Telefono: 0823 869117

The Brothers Pub, Corso Trieste, 237, 81100 Caserta - Telefono: 391 1059468

Shamrock, Corso Pietro Giannone, 140, 81100 Caserta - Telefono: 0823 176 6001

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento