Gli studenti dell'Istituto Comprensivo premiati con la medaglia d'oro

Il riconoscimento all'istituto di San Marcellino nell’ambito del progetto “La scuola adotta un monumento”

L’Istituto Comprensivo di San Marcellino ha ricevuto la medaglia d’oro nell’ambito del progetto nazionale “La scuola adotta un monumento”. Gli studenti, durante la cerimonia al Palazzo Reale di Napoli, si sono aggiudicati questo importante riconoscimento per l’impegno e la bravura messa in campo nell’adozione della Chiesa di Santa Maria delle Grazie. “Quest’ultima – spiega la dirigente scolastica Maria Amalia Zumbolo - risultava dismessa e abbandonata da più di un anno e, grazie anche all’aiuto del Comune, siamo riusciti a riconsegnarla alla cittadinanza. L’abbiamo curata, abbellita con dei fiori e inaugurata. E’ stato bello vivere l’entusiasmo degli alunni ma soprattutto quello dei cittadini che avevano della chiesetta solo ricordi del passato. La Fondazione Napoli Novantanove ha, quindi, deciso di premiarci: siamo una delle tre scuole d’Italia che ha ricevuto la medaglia d’oro”.

San Marcellino-2

Alle parole della dirigente si aggiungono anche quelle del sindaco Anacleto Colombiano: "Uniamo insieme cultura, arte e istruzione. Sono felice che l'Istituto Comprensivo sia riuscito a distinguersi raggiungendo degli ottimi risultati. I miei complimenti vanno innanzitutto alla dirigente scolastica Maria Amalia Zumbolo e ai docenti referenti, le professoresse Mongiello e Garofano, che hanno saputo trasmettere ai ragazzi i valori del progetto. Ringrazio quindi tutto il corpo docenti che ha dimostrato, ancora una volta, che l'unione fa la forza. Ringrazio soprattutto i genitori per aver supportato i figli nella preparazione della cappellina a noi tanta amata e cara. E l’ultimo, ma per questo non meno importante, è il ringraziamento al nostro parroco, don Antonio Diana, che ci ha garantito di entrare in questa chiesa per rimetterla a nuovo e per ridarle ‘luce’. A lui voglio anche lanciare un appello: adesso che è accogliente regaliamola anche alla nostra comunità per qualche celebrazione eucaristica. Sarebbe una vittoria per tutti, e un premio all’iniziativa. Questa iniziativa ha soprattutto l’obiettivo di trasmettere ai ragazzi un importante messaggio educativo: rispettare e tutelare quei pochi beni artistici che abbiamo sul nostro territorio. Sono pochi ma sono importanti per tutta la comunità. E rappresentano la storia di San Marcellino. Una storia da salvaguardare”.

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

Torna su
CasertaNews è in caricamento