Ministero a 'rischio commissariamento' dopo il ricorso di 2 insegnanti casertane

Si sono abilitate in Romania, ma non hanno ancora avuto il riconoscimento

L'avvocato Pasquale Marotta

Con una recente Sentenza il TAR Lazio – Roma ha condannato il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ad emettere un provvedimento espresso sulla richiesta di riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento conseguita in Romania da due docenti casertane difesi dall’avvocato Pasquale Marotta.

Il MIUR, infatti, non aveva provveduto a concludere il procedimento amministrativo di riconoscimento dell’abilitazione entro 120 giorni, termine tassativo previsto dal Decreto Legislativo n. 206/2007.

L’avvocato Pasquale Marotta si sta adoperando per garantire tutela ai docenti che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento all’estero e che hanno presentato al MIUR istanza di riconoscimento del titolo (per l’esercizio della professione in Italia), senza aver avuto, però, alcuna risposta del Ministero.

Ora è stato fissato un altro termine di 30 giorni: in caso di nuovo ‘silenzio’ sarà nominato un commissario ad acta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento