'Diritti umani e di genere', question time al Diaz con le massime autorità

L'incontro promosso dal liceo di Caserta per il 'Progetto di Rete di Scuole'

Venerdì 25 gennaio al liceo Diaz di Caserta si è tenuto un “question time” sul tema “Diritti Umani e Diritti di Genere nella storia” con interlocutori di grande prestigio come i magistrati Alessandro Milita, procuratore aggiunto di Santa Maria Capua Vetere, e il sostituto procuratore sammaritano Mariangela Condello.

All’incontro, uno degli appuntamenti del ‘Progetto di Rete di Scuole’ fortemente voluto dal preside Luigi Suppa, di cui il Diaz è promotore e capofila da alcuni anni, hanno partecipato gli alunni delle scuole medie “D.Alighieri”, “P.Giannone”, L.Vanvitelli” e delle superiori ”M.Buonarroti”, “G.B.Novelli “(Marcianise), N.Cortese (Maddaloni), tutte scuole impegnate sul fronte dell’educazione alla legalità.

Il question time coordinato dalla professoressa Tilde Pontillo, referente del progetto, è stato animato dall’interessata e vivace partecipazione degli studenti che hanno animato il dibattito sui Diritti Inalienabili.

Sono intervenute anche autorità civili, come il sindaco di Caserta Carlo Marino, il presidente della Provincia Girgio Magliocca, Marta Sabino, Vice Questore Aggiunto di Caserta, Raffaella Papaccioli della Polizia di Stato e rappresentati dell’associazionismo e del volontariato come la psicologa Benedetta Rizzi, attiva presso ‘Spazio Donna’.

Il tema della sicurezza del territorio, nell’ottica della garanzia dei diritti, è stato affrontato poi dagli studenti, con i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, il Tenente Colonnello Nicola Mirante e il Maggiore Andrea Cinus dell’Arma dei Carabinieri, il Capitano Gentile della Guardia di Finanza, che hanno risposto ai giovani cittadini in merito ai loro ruoli, mostrando anche i risultati delle loro azioni quotidiane sul territorio per fronteggiare violenze e abusi.

Dalle risposte agli interrogativi posti dagli studenti è emerso il dato riguardante le sentenze emesse per abusi e violenze e la necessità di formarsi attraverso lo studio delle fonti, delle prove provate per sviluppare l’autonomia di pensiero che è l’unico antidoto al pensiero qualunquista di massa, laddove anche il comportamento possessivo è considerato normale. È l’educazione ai sentimenti che induce al rispetto della libertà del partner, delle sue aspirazioni e di qualsiasi decisione che riguardi la propria vita. E se è vero che il rispetto è fondamentale è anche vero che, d’altra parte, sono, pertanto, indispensabili, per le donne, la determinazione, che è tenacia ma non ostinazione e la semplicità che non è banalità.

Un doveroso passaggio è stato poi fatto sulla Shoah e su quanto ha scritto Hannah Arendt nella sua analisi storicistica sulla persecuzione e sui persecutori, riflettendo su quanto sia banale il male e i personaggi che lo hanno esercitato senza scrupoli e senza mai esercitare un vaglio critico agli ordini di quel folle sistema che è stata la dittatura nazista.

“È obbligo morale delle scuole di portare avanti iniziative come questa e di formare ed educare i giovani ai valori della legalità per combattere e prevenire ogni forma di criminalità e di discriminazione – ha affermato il preside Luigi Suppa - Il lavoro realizzato questa mattina è  parte di una offerta formativa trasversale, di una didattica ordinaria di qualità, ricca di tradizione e tesa all’ innovazione. L’incontro e il confronto con chi opera sul territorio, magistrati, forze dell’ordine, politica e associazioni ha dimostrato ai ragazzi che la sinergia, l’agire insieme, ognuno per la propria parte, ma in armonia, è l’unico modo per uscire dall’emergenza che ha caratterizzato il nostro territorio”. La giornata, come i precedenti  incontri di rete, testimonia il ruolo fondamentale e l’impegno costante del Liceo Diaz per la diffusione della cultura alla legalità sul territorio casertano.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Schianto al passaggio a livello, ferito noto artista | FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Colpo nella gioielleria del centro commerciale, ladri in fuga col bottino

Torna su
CasertaNews è in caricamento