Il premier Conte scrive al professore casertano

Il docente a CasertaNews: "Ho scritto anche al Papa. La risposta è già un segnale di cambiamento"

Il premier Giuseppe Conte ha risposto alla mail

"Gentile professore, desideriamo comunicarle che la mail da lei indirizzata al Presidente Conte è stata inoltrata per competenza, su incarico del Presidente stesso, al Ministero dell'Istruzione per ogni utile approfondimento della situazione rappresentata". E' questa la risposta dalla segretaria del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte al professore Pietro Biccardi, di San Nicola la Strada.

Il docente di matematica, da anni insegnante in provincia di Latina, lo scorso mese di giugno aveva inoltrato una nota direttamente al premier per spiegare la sua situazione di "precario" con esperienza decennale. Nella sua missiva Biccardi ha ricordato il concorso 2016 quando venne "bocciato" per degli "errori nelle griglie di valutazione" (errori oggetto di una sentenza del Tar). "Siamo arrivati al 2018 ed abbiamo fatto domanda per partecipare al transitorio convinti di poter entrare in ruolo a settembre ma dalle ultime notizie sembra che i tempi si siano allungati perché la commissione non si è ancora insediata". 

"Tutto ciò incide notevolmente sulle nostre vite e sui nostri progetti futuri - prosegue il prof - Dopo più di 10 anni di precariato lontani da casa saremo costretti ad attendere ancora per l'agognato ruolo, nonostante gli innumerevoli posti vacanti disponibili (Biccardi è iscritto al concorso nel Lazio dove la stessa commissione dovrà valutare i partecipanti anche di 4 regioni nda). Personalmente trovo assurdo che un concorso nazionale sia gestito in modo così iniquo dalle varie regionie commissioni. Tutti abbiamo gli stessi diritti e non si può attendere all'infinito l'insediamento di una commissione mentre nelle altre regioni hanno già avviato o addirittura concluso le prove orali". La mail, inoltrata lo scorso 28 giugno, ha ricevuto risposta nella giornata di oggi.

"Sono felice perché il Presidente del Consiglio si è preso in carico la mia situazione, simile a quella di molti altri colleghi - spiega Biccardi a CasertaNews - Ho scritto a tutti, anche al Papa e non ho ricevuto mai risposta, se non quelle automatiche". Sulla bonarietà della mail il professore sannicolese non ha dubbi: "Di solito quelle automatiche arrivano immediatamente, invece stavolta la risposta è giunta quasi un mese dopo, segno che la mia mail è stata letta. Mi hanno almeno ascoltato degnandosi di rispondermi. La sola risposta è già un segnale di cambiamento". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

Torna su
CasertaNews è in caricamento