Cambia l'esame di maturità: addio terza prova scritta, più 'peso' al percorso di studi

Le modifiche in vigore da quest'anno, le due prove scritte si terranno il 19 e 20 giugno

Novità in arrivo per gli studenti che quest’anno si apprestano a svolgere l’esame di maturità. Una circolare del Miur ha infatti confermato le modifiche dalle deleghe sulla legge 107 della ‘Buona scuola’, stravolgendo ancora una volta l’esame per gli studenti.

Da quest’anno infatti saranno due le prove scritte, e non tre, più la ‘classica’ prova orale. Alla prova di italiano si aggiunge la seconda, che riguarderà una o più discipline che caratterizzano il percorso di studi. Gli esami si terranno il 19 e 20 giugno, inoltre per quest’anno non saranno requisito di accesso la partecipazione durante l’ultimo anno di corso alla prova Invalsi, né lo svolgimento delle ore di alternanza scuola-lavoro.  Fondamentale invece sarà aver frequentato almeno i tre quarti del monte ore previsto, avere il 6 in ciascuna disciplina, avere la sufficienza nel comportamento.

Sempre da quest’anno avrà più “peso” il percorso di studi: il credito maturato nell'ultimo triennio varrà fino a 40 punti su 100, invece degli attuali 25. Alla commissione spettano poi fino a 60 punti: massimo 20 per ciascuna delle due prove scritte e 20 per il colloquio. Resta fissato a 60 il punteggio minimo per superare l’esame.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento