I disagi del Pronto soccorso arrivano in Regione

Gianpiero Zinzi fa ‘sue’ le segnalazioni dei lettori di CasertaNews e chiede chiarimenti al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

Il consigliere regionale Zinzi e la porta del Pronto soccorso dell'ospedale di Caserta

La politica è fatta (o almeno dovrebbe esserlo) di attenzione al territorio. Ed in tale ottica apprezziamo l’attenzione che il consigliere regionale di Caserta Gianpiero Zinzi ha avuto per i tanti pazienti ed accompagnatori che da mesi segnalano attraverso CasertaNews una problematica che affligge il Pronto soccorso dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

Perché quella porta di ingresso rotta rappresenta, come abbiamo segnalato nell’ultimo articolo pubblicato la scorsa settimana, il simbolo di una sanità poco attenta a quelli che sono i disagi e le difficoltà che i pazienti ed i loro familiari sono costretti ad affrontare quando si recano (in un momento in cui c’è già una problematica fisica e psicologica) in ospedale a Caserta.

Zinzi ha colto questo problema ed ha deciso di chiedere lumi direttamente al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca con una interrogazione scritta, dove sottolinea un dato lampante: “La riparazione di una porta non può rappresentare un problema per nessun Pronto Soccorso, particolarmente per quello a servizio dell'Ospedale di un capoluogo di Provincia”. Già non dovrebbe essere un problema per nessun Pronto soccorso. Ma, purtroppo, lo è a Caserta. Speriamo solo che il problema venga affrontato in tempi brevissimi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento