Vaccini obbligatori, De Luca minaccia le famiglie: “Stop ai soldi”

Il presidente della Regione: “Chi non vaccina i figli sarà escluso dai contributi”

Esplode di nuovo il caso vaccini. Dopo la decisione del governo 5 Stelle-Lega di rinviare di un anno l’obbligo dei vaccini e, in particolare, le sanzioni previste (come l’esclusione dei bambini da scuola) è arrivata la netta presa di posizione del presidente della Regione Campania Enzo De Luca che ha espresso “la netta contrarietà al rinvio dell'obbligo sui vaccini, che rischia di determinare un danno enorme alla salute dei più fragili, e soprattutto di far arretrare una battaglia che ci ha visti impegnati con determinazione per raggiungere obiettivi di sicurezza per i nostri bambini”. Il governatore annuncia una vera e propria battaglia contro chi non vaccina i figli: “La Regione Campania verificherà la possibilità di norme legislative autonome in relazione alla necessità di mantenere gli obiettivi. Intanto partirà un'ulteriore verifica attenta dell'Anagrafe delle vaccinazioni. Le famiglie inadempienti saranno escluse da misure sociali di sostegno che rientrano nelle competenze della Regione, a cominciare dal contributo per gli asili nido. Per il resto non arretreremo di un millimetro per mantenere alti i livelli di vaccinazioni in Campania”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Coronavirus, allarme a Pineta Grande: isolato un uomo di Mondragone

Torna su
CasertaNews è in caricamento