Una casertana nel team che ha scoperto la nuova terapia contro i tumori

Marianna Sabatino è Director of Product Sciences presso Kite Pharm

Marianna Sabatino

C’è anche un po’ di Caserta nei nuovi farmaci contro i tumori che proprio in questi giorni sono stati autorizzati alla produzione dall’Agenzia europea per i medicinali. Nell’equipe di ricercatori che ha lavorato alla terapia ‘Car-T’ c’è infatti anche la casertana Marianna Sabatino, Director of Product Sciences presso Kite Pharm, che da anni vive negli Stati Uniti dove ha lavorato al farmaco che potrebbe rivoluzionare la vita di migliaia di persone.

La scoperta risale all’ottobre 2017, quando la Sabatino (originaria di Casagiove) esultava su Facebook: “Whe did it!”, cioè lo abbiamo fatto. Quasi un modo per esorcizzare la gioia per una scoperta che potrebbe rilevarsi fondamentale. Il via libera, spiega il comunicato dell'azienda Novartis che l'ha messa a punto, è arrivato per la leucemia linfoblastica acuta (LLA) a cellule B nei pazienti pediatrici e fino ai 25 anni di età e il linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL) negli adulti, e in entrambi i casi va usata per le forme che non rispondono alle terapie tradizionali. La Cart-t therapy consiste nel prelevare i linfociti T del paziente, un tipo di cellule del sistema immunitario, modificandoli perché riconoscano le cellule tumorali e poi reinfondendoli dopo averli fatti replicare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • La morsa del maltempo non lascia la provincia di Caserta: prorogata l'allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento