• Feed RSS di Caserta News
  • Casertanews accessibile direttamente dal tuo cellulare
  • Contatta la redazione di Caserta News con Msn Messenger
  • Caserta News su Facebook
  • Segui Caserta News su Twitter
  • Contatta la redazione di Casertanews con Skype
  • Versione stampabile
  • inoltra notizia
  •  
  • Segnala su Facebook

Marcigliano (Psi): "Dimensionamento scolastico, la Regione taglia e il Comune tace"

Lunedì 6 Febbraio 2012
PUBBLICITÀ

POLITICA | Sessa Aurunca
- Il Consigliere comunale del PSI, Ciro MARCIGLIANO, mette in risalto, come per l'ennesima volta, la gestione del centrodestra, penalizzi il libero accesso alla scuola pubblica. Tutto questo, senza che l'Amministrazione Tommasino muova un dito.
"Come tutti sanno, la grave situazione economica, a livello nazionale, eredità dei vari Governi Berlusconi, impone drastici tagli alla spesa che puntualmente il centrodestra regionale e provinciale attuano in maniera cieca e sconsiderata, aggravando ulteriormente i problemi che i cittadini devono affrontare - è l'esordio del Consigliere comunale socialista, Ciro MARCIGLIANO, nel giudicare le conseguenze dei recenti accorpamenti effettuati sulle scuole pubbliche - Non è certo una novità che il Comune di Sessa Aurunca, è tra i più grandi d'Italia; inoltre, con una superficie di 163 kmq ed una scarsa densità abitativa, è quella che tecnicamente viene definita "zona depauperata", ovvero una zona svantaggiata. Ovvio, che sulla base di queste premesse non si possa pensare di servire le esigenze di formazione dei nostri figli, accentrando tutte le scuole.
A leggere bene la recente Delibera della Giunta regionale di centrodestra, aver salvato le direzioni scolastiche sembra proprio il classico "cavallo di Troia": infatti, nel documento non si riesce a comprendere la destinazione della scuola media di Lauro. Non vorrei che questa dimenticanza nascondesse l'intento futuro di portare a chiusura un plesso strategicamente importante per la nostra Comunità.
Se i miei sospetti venissero confermati, il Comune di Sessa sarebbe chiamato a sopportare nuovi costi per il trasporto scolastico e si creerebbe un disagio difficilmente compensabile ai nostri concittadini.
Devo anche aggiungere che, la direzione di San Leone, al momento, è al di sotto del numero minimo di studenti imposto dalla legge: altro indizio sulla reale volontà di Regione, Provincia e Comune?
Dal mio punto di vista, la situazione non è delle migliori, sono tutti segnali che portano ad una prossima riduzione dei plessi. Un dato inaccettabile, dalle duplici conseguenze: la perdita di posti di lavoro per insegnanti e personale ATA, più la scomparsa delle scuole elementari nelle frazioni maggiormente sfavorite dalla loro ubicazione. Dovesse avverarsi quanto dico, sia io che il PSI saremo pronti a dare battaglia con ogni forma di protesta politica e civile.
Mi chiedo come sia possibile che, atti alla mano, nessun personaggio dell'Amministrazione comunale di Tommasino muova un solo dito per contestare e rimettere ordine a quanto di sbagliato viene creato in Regione; probabilmente, la filiera istituzionale prevede anche la censura.
Il Partito Socialista - conclude il Consigliere comunale del PSI, Ciro MARCIGLIANO - ha sempre avuto un filo diretto con tutti gli abitanti del Comune di Sessa Aurunca e, al contrario del centrodestra, è sempre stato per una scuola pubblica di qualità a cui possano accedere tutti, in maniera indistinta; motivo per cui riteniamo inadeguate e lacunose le scelte effettuate, in materia di scuola pubblica, dalla Giunta regionale e rimango stupito dal silenzio del Sindaco Tommasino e i suoi."
Fonte comunicato stampa
  • Versione stampabile
  • inoltra notizia
  •  
  •  
  • Segnala su Facebook



Diventa Fan di Casertanews su Facebook
PUBBLICITÀ


I più letti
PUBBLICITÀ

©CasertaNews è prodotto da
Wood & Stein 1999-
tutti i diritti riservati - registrato presso il