• Versione stampabile
  • inoltra notizia
  •  
  •  
  • Segnala su Facebook
  • Segnala su Wikio
  • Segnala su OkNotizie
  • Segnala su Technorati
  • Salva su Google Bookmarks
  • Aggiungi a My Yahoo!
  • Proponi su del.icio.us

Flc Cgil Scuola, riconfermato segretario generale Enrico Grillo

Mercoledì 3 Marzo 2010
SINDACATO | Caserta
- La FLC CGIL, sindacato della Scuola dell'Università e della Ricerca, nei giorni 24 e 25 febbraio ha celebrato il Secondo Congresso Provinciale. Sono intervenuti all'importante assise provinciale 130 iscritte ed iscritti, che hanno rinnovato gli organismi statutari con votazioni sempre unanimi, pur essendo gli interventi ricchi di quelle diversità di idee e punti di vista. Ma le finalità e il progetto politico sindacale dell'organizzazione hanno visto il consenso totale nei delegati. È stato riconfermato segretario generale per la provincia di Caserta il prof. Enrico Grillo. Il dibattito congressuale ha portato all'attenzione dei lavoratori il difficile contesto politico, l'attacco sistematico ai diritti dei lavoratori della conoscenza nella scuola pubblica, nell'università e nella ricerca, lo smantellamento, insieme al welfare, del sistema di istruzione pubblica, a danno dei lavoratori e delle nuove generazioni.
Molto si è discusso sulla separazione del fronte sindacale e le ragioni per cui la CGIL ritiene inaccettabile l'accordo separato sul modello contrattuale, che comprime le retribuzioni, impoverendo fortemente tutti i lavoratori dipendenti, riduce gli spazi contrattuali, introduce la possibilità di derogare ai contratti nazionali in pejus nelle contrattazioni di secondo livello.
La fase congressuale è stata preceduta da una tavola rotonda, tenuta presso l'Hotel Vanvitelli nel pomeriggio del 24 febbraio, dove le diverse associazioni che si occupano dei problemi endemici del nostro territorio hanno lanciato un messaggio di ottimismo, dati alla mano, dell'impegno di quanti ancora credono nel riscatto possibile della Terra di Lavoro, a cominciare dalle azioni educative che necessitano di strutture, organici, risorse INDISPENSABILI per il futuro delle nuove generazioni, per consentire la mobilità e l'emancipazione sociale, per avvicinare l'Italia alla civiltà del resto del mondo. La Conoscenza in questo contesto assume un valore strategico irrinunciabile se si vuole ripristinare la piena democrazia, la legalità, la centralità del lavoro e i diritti e la dignità dei lavoratori.
Toccante è stata la presentazione del cortometraggio "La Vita accanto" da parte dello stesso regista Giuseppe Pizzo, personalmente intervenuto dopo i recenti successi e premi della sua riconosciuta attività di regista (premio per la migliore sceneggiatura nel cortometraggio "La vita acanto"), soprattutto per il messaggio di speranza in una società migliore proprio grazie alla scuola e ai tanti maestri che si prodigano per educare anche nelle difficili condizioni del nostro territorio. Alla tavola rotonda dal titolo "Operatori della conoscenza e dell'impegno sociale: un comune interesse per un futuro di democrazia, legalità e diritti nel "difficile" territorio di Terra di Lavoro" hanno partecipato Francesco Diana e Marina De Nunzio (Libera Campania), Gianni Allucci (agrorinasce), Renato Natale (associazione Jerry Essan Masslo), Suor Rita Giaretta (Casa Routh), Sergio Vellante (Doc. Economia e Gest. Impresa e Territorio, Facoltà d'Ingegneria SUN). Moderatore della discussione è stato Antonio Gucchierato (insegnante di Castel Volturno).
Tutti hanno sottolineato la necessità di dare più opportunità formative ai nostri studenti, e dunque la necessità di interrompere questa politica di sottrazione al sistema di educazione e formazione pubblica, avviandone un'altra che sappia guardare al futuro, investendo con decisione su un rinnovato sistema di scuola, università e ricerca. Molto forte è stata la comunicazione di suor Rita Giaretta, che dopo aver dettagliato quanto è importante mantenere in funzione il Centro Territoriale Permanente per l'attivazione di corsi di studio per adulti, ha posto in risalto quanto nuoce al nostro livello di civiltà la presenza dello sfruttamento dei più debole, gli immigrati e soprattutto le donne. E in quest'ultimo caso le responsabilità non sono solo della malavita organizzata ma degli 11 milioni di maschi che in Italia non hanno la consapevolezza di compiere un atto di schiavismo abusando di una donna in situazione di sfruttamento malavitoso. Forte è stato l'applauso della platea a tale accorato e sincero atto d'accusa, recepito anche come emergenza educativa che andrebbe adeguatamente tradotta nell'offerta formativa territoriale. Nel giorno 25 febbraio sono iniziate le procedure congressuali, con la presentazione delle linee politiche dell'Organizzazione, ancora più determinata a portare avanti lo stato di agitazione permanente con l'attivazione di assemblee permanenti nei diversi istituti scolastici e universitari della provincia, che facciano da forum di discussione e approfondimento sia professionale che sindacale per i lavoratori della conoscenza.
Sono intervenuti, tra gli altri, Ivo Vacca, del centro nazionale della FLC Cgil, Marco Broccati, Segretario nazionale FLC, Renzo Concezione, presidente nazionale del Progetto Sviluppo della CGIL, il segretario generale della UIL Scuola Caserta Antonio Di Zazzo, Alberico Martino, segretario della Cisl Scuola Caserta in rappresentanza della segretaria generale della CISL Scuola Caserta Maria Rosaria Manco, l'on. Giuseppe Stellato (pd). Questi ultimi interventi hanno ribadito la necessità di dare più forza alle istanze sindacali, cercando intese più ampie in ragione dell'irrinunciabile obiettivo dell'unità sindacale.
Fonte : comunicato stampa
  • Versione stampabile
  • inoltra notizia
  •  
  •  
  • Segnala su Facebook
  • Segnala su Wikio
  • Segnala su OkNotizie
  • Segnala su Technorati
  • Salva su Google Bookmarks
  • Aggiungi a My Yahoo!
  • Proponi su del.icio.us
PUBBLICITÀ
Notizie Correlate
28/02/10
26/02/10
26/02/10
26/02/10
24/02/10
Notizie dalla stessa Città
03/03/10
02/03/10
02/03/10
02/03/10
02/03/10
PUBBLICITÀ
©CasertaNews è prodotto da
Wood & Stein
tutti i diritti riservati - registrato presso il
Tribunale di S.Maria C.V. P.Iva 02601600618