Bufera Pd contro il commissario Mirabelli: "Si deve dimettere"

Raffaella Zagaria di Casapenna prepara la guerra, Felice Del Monaco di Maddaloni lancia accuse durissime e l'assessore di Sessa Tommasina Casale lo sfida: "Espella anche me"

Raffaella Zagaria, Felice Del Monaco e Tommasina Casale

Le parole del commissario provinciale del Pd Caserta Franco Mirabelli hanno svegliato la politica casertana da un lungo torpore. L’annuncio delle espulsioni, l’attacco frontale a Campania Libera e le sugli Enti strumentali hanno acceso la polemica politica.

La Zagaria, espulsa, esce allo scoperto

Raffaella Zagaria ha deciso di uscire allo scoperto. La consigliera provinciale (e comunale a Casapesenna) dopo l’annuncio della sua espulsione dal Pd da parte di Mirabelli ha deciso di convocare una conferenza stampa per lunedì mattina alle ore 12 in Provincia per rispondere al commissario. La sua ‘cacciata’ ha fatto seguito non tanto alla decisione di votare il bilancio in Provincia (contro la linea del Pd) bensì quanto per la decisione di creare un gruppo consiliare diverso dei Democrat a Casapesenna in opposizione al sindaco dello stesso partito Marcello De Rosa.

Del Monaco verso l’espulsione: “Mirabelli si dovrebbe dimettere”

Un altro che potrebbe a breve essere espulso è Felice Del Monaco, dirigente storico del Pd di Maddaloni, che però è candidato in una delle liste a sostegno di Andrea De Filippo, contro il Pd di Angelo Campolattano. “Il senatore milanese - afferma l’ex membro del Cda del Consorzio Idrico Terra di Lavoro - troppo lontano dalle vicende di questo territorio, ha sbagliato secondo me, i tempi, metodi ed azioni. A Maddaloni cosa ha fatto visto che il centrosinistra ha fatto di tutto affinché Peppe Razzano non vincesse le elezioni dello scorso anno? Oggi grazie alla impostazione di Mirabelli si dà merito ai comuni che hanno preso meno consensi. Basti un esempio. Nel comune di San Marcellino il sindaco e l'intera giunta ha preso 400 voti pare il 6.7% per la colazione di centrosinistra. E cosa succede? Il sindaco di San Marcellino viene premiato con la vice presidenza del Consorzio Idrico. Hanno innaffiato un orticello che più di tanto non darà frutto. Hanno fatto crescere in misura sproporzionata il mio amico Giovanni Zannini, con De Luca vi siete inventati le ali esterne, ed ora cosa si aspettava? Ora si accinge a fare espulsioni, ma forse era più giusto rassegnare le dimissioni. Fa bene a fare il duro oggi: cacci pure fuori chi vuole, ma poi sia onesto, prenda atto di un fallimento storico della sua direzione politica e ci lasci decidere del nostro futuro ritardato ad oggi da una non direzione politica e da un finto protagonismo”.

L’assessore Casale: “Cacci anche me”

Ma anche da altri pezzi del Pd arrivano affondi contro il commissario provinciale. Ad esempio l’assessore del Comune di Sessa Aurunca Tommasina Casale ha lanciato su Facebook l’hastag #Mirabelliespellimi manifestando la sua vicinanza sia a Raffaella Zagaria che agli altri esponenti Pd a rischio espulsione per essersi candidati alle amministrative contro le liste ufficiali dei democratici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento