Ecco la giunta: entra anche il fedelissimo di Bosco

Il sindaco chiude la squadra: ufficializzati i nomi

Cesario Villano entra nella giunta di Villano

Il sindaco di Orta di Atella, Andrea Villano, dimostra di avere coraggio e di non essere succube di giochi di potere dei politici di turno e, per adesso, nomina solamente tre assessori su cinque per trovare la quadra sugli altri due nomi. Nella giornata di oggi sono arrivate le nomine dei tre assessori, Cesario Villano, Giuseppe Roseto e Maria Grazia Zagaria, che hanno firmato il documento propostogli dal primo cittadino ed hanno già riunito per la prima volta l'esecutivo.

Tanti nomi erano stati calati dall'alto fino a qualche giorno fa ma Villano ha deciso di agire anche d'istinto non accettando anche alcuni ricatti che gli erano stati fatti in queste settimane. E quindi assessorato al suo uomo di fiducia, quel Giuseppe Roseto che dovrebbe diventare anche vicesindaco del Comune di Orta di Atella. Poi c'è Maria Grazia Zagaria, commercialista che ha già lavorato in numerosi Comuni e anche lei è stata una persona che ha fatto 'spudorata' campagna elettorale per Villano che ha deciso di premiarla con questo assessorato esterno. E poi c'è Cesario Villano: è inutile nascondere che Campania Libera ha avuto un ruolo fondamentale per la vittoria di Villano. In un primo momento si era parlato di Anna Silvestre, avvocato che ha avviato il percorso di Campania Libera ad Orta di Atella. Ma qualcosa è andato storto e quindi il consigliere regionale Luigi Bosco ha deciso di chiamare il suo fedelissimo, per non dire braccio destro, Cesario Villano.

Cesario Villano (non c'è parentela col sindaco) è un giovane di Cesa che negli ultimi mesi è stato premiato anche in Provincia di Caserta con la delega alle scuole in qualità di 'esperto esterno'. Insomma adesso l'esecutivo di Orta di Atella e il suo sindaco possono iniziare a lavorare. Con buona pace anche di chi ha provato in ogni modo ad infilare nomi per le poltrone più ambite del Comune. E per buona pace anche di chi ha 'spinto' per scelte differenti. Ora le poltrone si sono ridotte e ne restano solamente due ancora da occupare. Ci sarà tempo per completare il quadro. Anche perché Villano ai ricatti ha dimostrato che preferisce fare i fatti. E questo non è escluso che possa subito fargli perdere qualche consigliere di maggioranza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento