Il sindaco ridimensiona il nuovo gruppo e 'fa fuori' un assessore

Esca dalla giunta Marghegiano (che mantiene una delega) ed entra la professoressa Manfredi

Cristina Compasso ed Antonietta Marchegiano

La mossa di Iovino, Barretta e Marghegiano di costituire un nuovo gruppo in consiglio comunale a Cellole, dividendo, di fatto, la maggioranza che capo al sindaco Cristina Compasso ha provocato la reazione forte di quest’ultima. Che ha, immediatamente, ridimensionato il nuovo gruppo revocando la delega di assessore ad Antonietta Marchigiano e inserendo in giunta la professoressa Loredana Manfredi

"Prendo atto dei nuovi assetti creati nel consiglio comunale di lunedì sera, con la costituzione del gruppo consiliare denominato "Cellole condivisa” - ha affermato il sindaco Compasso - Attualmente i 2 gruppi composti dai consiglieri eletti nella lista uscita vincente dalle urne sono composti equamente da 4 consiglieri comunali. Nel neo costituito ci sono ben 3 assessori facenti parte dell'attuale Giunta Comunale che di conseguenza creano uno squilibrio rispetto all'originario gruppo votato nelle elezioni del giugno 2018, che aveva portato alla formazione di un esecutivo composto dai primi eletti in ordine numerico. Rispettando sempre lo stesso criterio, perché in politica contano i numeri; ascoltato il gruppo "Cellole Libera", ho deciso di riequilibrare la giunta comunale con la nomina ad assessore delegata ad Istruzione, Cultura ed Edilizia Scolastica la professoressa Loredana Manfredi e confermando Antonietta Marchegiano come delegata alle Politiche Sociali. La nuova Giunta è concepita come un riassetto tra i due gruppi nel rispetto del criterio originario della sua formazione. Ringrazio Antonietta Marchegiano per il lavoro svolto fin ora in giunta, con la conferma della delega alle Politiche Sociali. Con grande senso di responsabilità, nel rispetto della volontà elettorale, continuo il percorso amministrativo intrapreso con importanti risultati che saranno illustrati in una conferenza a stretto giro. Unico obiettivo il bene comune della nostra cittadina, la programmazione e attuazione degli interventi e l'utilizzo dei finanziamenti concessi”.

DI fatto, però, la maggioranza della Compasso sta traballando. Le tensioni col gruppo Iovino-Barretta vanno avanti da mesi e la scelta di creare un gruppo autonomo in consiglio comunale sembra essere l’azione preventiva di una spaccatura definitiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

Torna su
CasertaNews è in caricamento