Blitz dal notaio, il sindaco: “I miei consiglieri hanno ‘respinto’ tutte le offerte”

Fallisce il tentativo di mandare a casa Martiello: “Con me ci sono persone dall’assoluta integrità morale”. E su Zannini: “Lavora tanto per il territorio, nessuna frizione”

Il sindaco di Sparanise Salvatore Martiello

“Considerando l’integrità morale e l’assoluta distanza di interessi personali dei miei consiglieri comunali, tutte le offerte che sono arrivate sono state rispedite completamente al mittente”. Salvatore Martiello, sindaco di Sparanise, parla così degli eventi che hanno caratterizzato negli ultimi giorni la sua amministrazione comunale e che hanno spinto il gruppo di Sparanise in Movimento a firmare un manifesto contro l’opposizione: “Purtroppo - aggiunge - questa è una pratica consueta a Sparanise da parte di quel gruppo che noi abbiamo ribattezzato ‘C’et accis’ per come hanno lasciato il paese prima del nostro arrivo. Ma questo tentativo di offrire lavoro direttamente ai consiglieri o ai loro parenti è caduto nel vuoto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martiello, che ricopre il ruolo anche di consigliere provinciale, affronta anche la questione dei rapporti col consigliere regionale Giovanni Zannini, dopo la paventata rottura. “Con Giovanni intrattengo rapporti personali di amicizia e cordialità ancor prima che come consigliere regionale. Non ho mai avuto alcuna frizione ed anzi proprio venerdì mattina abbiamo avuto una colazione di lavoro. Zannini sta supportando l'intero territorio in un difficile processo di risanamento e disintossicazione da 20 anni di mala gestione e per questo lo ringrazio per la sua disponibilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

Torna su
CasertaNews è in caricamento