"Sconfiggeremo la camorra". Salvini infiamma Aversa e manda un messaggio a De Luca | FOTO

Il leader della Lega accolto da oltre un migliaio di supporters. All'esterno anche la contestazione dei movimenti di sinistra: "Ci hanno negato di manifestare"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ad Aversa

“Sto girando la Campania e sto trovando tanti campani vogliono riprendersi la loro terra. Quindi De Luca (Vincenzo, nda) è avvisato: tra un po’ va a casa”. Matteo Salvini, leder della Lega, si è presentato così al teatro Metropolitan di Aversa per la tappa casertana del suo tour elettorale per le elezioni amministrative a sostegno del candidato sindaco Gianluca Golia. “Io sono orgoglioso di essere in questa provincia, per gridare all’Italia ed al mondo che questa non è terra di camorra e che, anzi, la camorra la distruggeremo”.

Il ministro dell’Interno ha toccato anche il delicato tema della lotta al traffico di stupefacenti. “Mercoledì riceverò i rappresentanti di alcune comunità per il recupero per i tossicodipendenti, perché voglio che il Parlamento approvi una legge che preveda la galera certa per gli spacciatori di droga, di qualunque droga e quantità”. 

Salvini si è soffermato anche su futuri progetti “per la difesa degli anziani truffati che non ottengono i risarcimenti” annunciando “una commissione che va ad approfondire i troppi minori portati via dai genitori e confinati nelle case famiglia e tenuti ostaggio, perché fruttano un sacco di quattrini”.

Il ministro Salvini si è soffermato sull'escalation del crimine straniero: “Oramai abbiamo anche la mafia che arriva dalla Cina, dalla Nigeria, abbiamo nuove droghe, nuove violenze, nuovi delinquenti, ma ci sono uomini e donne delle forze dell'ordine che ci proteggono e rischiano la vita ogni giorno  e che meritano un applauso”. 

Salvini ha lanciato anche un messaggio ai contestatori: “Mi hanno mandato una foto da Napoli per farmi vedere cosa c'è scritto sui muri dell'Università: Salvini muori, Salvini infame, spara a Salvini, Salvini a testa in giù, Salvini in piazzale Loreto'. Ecco loro sono i pacifisti e i democratici.Mi chiamano razzista. Mi attaccano sia alcuni miei alleati che dall'opposizione, ma io vado avanti come un treno. Sono abituato oramai agli attacchi di Saviano e della Boldrini. Più mi minacciano più vado avanti”. 

SALVINI A TEATRO, I CONTESTATORI URLANO FUORI

Anche ad Aversa non sono mancati i contestatori: un centinaio di persone con cartelli e striscioni hanno intonato ‘Bella Ciao’ ed hanno urlato cori da stadio contro il leader della Lega. Alcuni di loro indossavano anche la maglietta con la scritta “Prima gli esseri umani, Salvini non mi rappresenti”.

I rappresentati del Collettivo Iskra hanno lamentato di essere stati bloccati dalle forze dell’ordine: “Ci è stata negata la possibilità di essere in strada per protestare e manifestare il nostro dissenso. Quella politica fatta di campagna elettorale e basta è fatta da quel Matteo Salvini che oggi ha blindato tutte le strade di Aversa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • Allerta meteo, scuole chiuse: ecco i sindaci che hanno firmato le ordinanze

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento