Tremano gli assessori, il sindaco adesso accelera sul rimpasto

Sul tavolo anche l’ipotesi azzeramento ed il patto di fine consiliatura

Il sindaco di Caserta Carlo Marino

L’ultimo consiglio comunale, con le polemiche e le tensioni che si sono accese per le numerose assenze in maggioranza, sembra aver convinto a dare la svolta tanto attesa ed agognata. Il sindaco di Caserta Carlo Marino ha fatto intendere alla sua maggioranza di voler mettere mano alla giunta, immaginando un rimpasto (o addirittura un azzeramento) che dovrebbe essere realizzato proprio durante queste feste di Natale.

Ipotesi che mette, dunque, a rischio tutti i membri attuali dell'esecutivo di Marino composto da Federico Pica, Franco De Michele, Alessandro Pontillo, Dora Esposito, Tiziana Petrillo, Maddalena Corvino, Emiliano Casale e Maria Giovanna Sparago.

L’idea è quella di chiudere il cerchio nella maggioranza e capire “chi c’è e chi non c’è”, sottoscrivendo anche un patto di fine consiliatura con 10 punti da realizzare fino al termine dell’amministrazione comunale. Le trattative saranno portate avanti dallo stesso sindaco che, in queste ore, ha già convocato a Palazzo Castropignano alcuni esponenti della maggioranza per iniziare il dialogo.

Il punto di partenza del nuovo patto sarà quello della “responsabilità”: a tutti i consiglieri comunali sarà chiesto di votare senza ‘mal di pancia’ e ‘dissensi’ tutte le delibere che saranno portate in consiglio comunale, a partire da quelle finanziarie. 

Dopo questi incontri saranno chiare anche le posizioni che, attualmente, sono considerate più ‘borderline’, a partire proprio dagli assessori dell’ultimo consiglio comunale (Mimmo Maietta, Lorenzo Gentile, Mimmo Guida, Donato Tenga, Gianfausto Iarrobino) oltre a quelli che si sono ‘defilati’ al momento della votazione della delibera sulla variazione di bilancio (Mario Russo ed Antonio Ciontoli). 

Se azzeramento sarà, però, bisognerà comunque attendere l’approvazione della nuova delibera sul bilancio stabilmente riequilibrato a cui sta lavorando l’assessore alle Finanze Federico Pica dopo i rilievi del Ministero dell’Interno alla delibera approvata nelle scorse settimane. Dagli ambienti della maggioranza, però, fanno sapere che il lavoro è già a buon punto e quindi il bilancio potrebbe essere portato in aula per il voto già ad inizio gennaio.

Potrebbe interessarti

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento