Fratelli d'Italia, 5 casertani nell'assemblea nazionale. E si rivede Pietro Riello

L'ex assessore di Caserta e sindaco di Castel Morrone al congresso nazionale

Pietro Riello a Trieste con Giorgia Meloni

Si è appena concluso a Trieste il secondo congresso nazionale di Fratelli d’Italia, che ha visto la provincia di Caserta rispondere con energia ed entusiasmo all’appello ai Patrioti lanciato da Giorgia Meloni. Quaranta erano, infatti, i delegati arrivati dalla città capoluogo e dai comuni di Terra di Lavoro. Una risposta come sempre convinta dal territorio, che consente di affermare la presenza negli organi dirigenti del partito. Insieme a Giovanna Petrenga, Gimmi Cangiano ed Enzo Pagano, la provincia di Caserta avrà dunque anche una importante rappresentanza nella Assemblea Nazionale del partito. Cinque sono infatti gli eletti casertani nell’organo assembleare: Gennaro Caserta, Antonio Crispino, Stefano Mariano, Igino Nuzzo e Sara Petella.

“È un ulteriore tassello di crescita - si legge nella nota della federazione casertana - in un percorso che oggi vede in Fratelli d’Italia un saldo riferimento. Rispondiamo ed estendiamo l’appello ai patrioti di Giorgia Meloni. Anche in provincia di Caserta, chi mette al primo posto gli italiani, a sostegno delle famiglie, del lavoro, dell’impresa, difendendo la sovranità nazionale, oggi sa che Fratelli d’Italia è la scelta giusta". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Trieste è stato varato anche il nuovo simbolo di Fratelli d’Italia, da cui scompare la scritta Alleanza Nazionale e, sotto, quella Msi, ma resta la fiamma: "E' un simbolo che va avanti - spiega Giorgia Meloni - mantiene la fiamma ma non fa più riferimento al partito che è venuto prima di noi. La nostra storia resta ma si va avanti. E ci candidiamo a essere una credibile alternativa di governo". A Trieste si è rivisto anche l'ex sindaco di Castel Morrone ed ex assessore del Comune di Caserta Pietro Riello che, a questo punto, deve essere considerato ufficialmente un ritorno a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento