A 5 giorni dal voto arriva la sentenza sullo scioglimento

I giudici del Tar ha respinto il ricorso dell'ex sindaco

L'ex sindaco Enrico De Cristofaro

A cinque giorni dal voto arriva la sentenza del Tar Campania sul ricorso contro lo scioglimento dell’ex amministrazione guidata da Enrico De Cristofaro.

I giudici amministrativi hanno respinto il ricorso dell’ex sindaco che aveva impugnato il provvedimento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella contestando la forma in cui le firme dei consiglieri comunali dimissionari erano state consegnate negli uffici comunali.

"Non è rilevante - scrivono i giudici -distinguere tra dimissioni 'infra dimidium' e dimissione 'ultra dimidium', perché, in ogni caso, l’atto di delega alla presentazione delle dimissioni dei consiglieri comunali, contenuto nel documento in cui erano presenti anche le dimissioni dei consiglieri comunali, è stato espressamente autenticato dal notaio. Nessun tipo di incertezza può quindi residuare sotto tale profilo e l’art. 38, comma 8 del d.lgs. 267/2000 deve ritenersi rispettato. Ne consegue, dunque, che il ricorso per motivi aggiunti va respinto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione dei giudici del Tar Campania, dunque, conferma la bontà dell’azione dei consiglieri dimissionari (nove di opposizione e quattro di maggioranza) e non avrà conseguenze sul voto in programma domenica prossima, quando i cittadini aversani saranno chiamati a votare per scegliere il nuovo candidato sindaco tra Alfonso Golia, Peppe Stabile, Gianluca Golia, Roberto Romano e Teresa La Vedova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento