Pd isolato in Provincia, Mirabelli 'preoccupato' per le strane alleanze

Magliocca ha ottenuto la maggioranza dei voti sulle linee programmatiche

Il commissario provinciale del Pd Franco Mirabelli

“Sono molto preoccupato per ciò che è emerso dalla prima seduta del consiglio provinciale a Caserta. Nonostante 13 consiglieri su 16 siano stati eletti a sostegno di un progetto alternativo a quello di Giorgio Magliocca la maggioranza di essi ha approvato le linee programmatiche proposte dal presidente”. E’ il commento del commissario provinciale del Pd Caserta Franco Mirabelli. 

“La maggioranza dei consiglieri - ha aggiunto - ha anche respinto un emendamento che il gruppo del Pd aveva proposto e che semplicemente prevedeva una discussione e una dichiarazione di gradimento del consiglio sulle nomine del presidente". Il riferimento è alla proposta di Marco Villano di Aversa che è stata bocciata dalle sue stesse colleghe di partito, Raffaella Zagaria ed Angela Improta, che era statao portata in discussione anche nel corso di una riunione della scorsa settimana.

"Abbiamo in questi mesi cercato di superare gli opportunismi e i trasversalismi costruendo a Caserta una coalizione di centrosinistra sul modello regionale - continua Mirabelli - per dare prospettive ad un progetto coerente per migliorare la situazione in una provincia che è la penultima in Italia per qualità della vita. Purtroppo dalle elezioni provinciali in poi tornano a prevalere i microinteressi e le piccole rendite di posizione rispetto all’interesse generale ad essi è stato sacrificato Carlo Marino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E chiude: "Spero che le forze che avevano condiviso questo percorso, come ha chiesto anche il presidente De Luca, ripensino alle scelte di questi giorni. Il Partito Democratico per parte sua starà all’opposizione e non accetterà ne deleghe ne ruoli, per noi la coerenza con ciò che abbiamo detto in questi mesi è doverosa, un fatto di trasparenza e l’unico modo per avere credibilità. L’autonomia del nostro gruppo non può ovviamente muoversi fuori da queste minime regole di chiarezza nei confronti dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento