ELEZIONI Accordo Pd-Oliva ma senza apparentamento ufficiale

Il Pd si compatta prima del ballottaggio: "Evitare che la città cada nelle mani del centrodestra"

Oliva e Scialla

Su iniziativa del Segretario Provinciale del Partito Democratico, Emiddio Cimmino, e della presidente, Camilla Sgambato, ospitati dal Circolo PD di Santa Maria Capua Vetere, si è tenuto un incontro con i già candidati Sindaco di Castel Volturno, Nicola Oliva e Giuseppe Scialla, per un confronto sereno alla ricerca di un’intesa sul prossimo percorso elettorale: il ballottaggio del 9 giugno per l’elezione del nuovo Sindaco di Castel Volturno.

Hanno partecipato all’incontro, altresì, l’europarlamentare Andrea Cozzolino, il consigliere regionale Stefano Graziano, Salvatore Raimondo, segretario del circolo PD di Castel Volturno, Anastasia Petrella, Stefania Sangermano, Carlo Nugnes e Francesco Traettino.

Dopo un ampio e lungo ragionamento in cui tutti hanno fortemente sottolineato che Castel Volturno viene prima di ogni cosa, Peppe Scialla ha espresso l’opportunità di un apparentamento tecnico-politico per rafforzare il sostegno elettorale a favore di Nicola, il quale apprezzandone le motivazioni, faceva rilevare che era necessario salvaguardare la coerenza del percorso civico con cui è stato premiato dall’elettorato.

D’altro canto, però, Nicola Oliva, consapevole delle qualità professionali, personali e politiche di Peppe Scialla, dalle quali una futura amministrazione non potrebbe prescindere, propone al Partito Democratico una forte sinergìa in giunta per rafforzare il percorso amministrativo, proiettandolo in un futuro politico comune.

Naturalmente, le due parti già confrontatesi nella prima sfida elettorale, unite da sensibilità comuni, da sentimenti antisovranisti e dalla volontà di proseguire il lavoro sviluppato e la passione profusa, insieme, saranno al fianco di Nicola Oliva per accompagnarlo alla vittoria, evitando che Castel Volturno cada nelle mani di un centrodestra per niente moderato, sovranista e chiacchierato, che porterebbe la città indietro nel tempo, mettendo a rischio tutto il virtuoso patrimonio amministrativo realizzato dall’amministrazione uscente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento