Cambia di nuovo la giunta: Pagano lascia dopo appena 6 mesi

Le nuove nomine del sindaco: ecco chi sono le 3 new entry

Il sindaco Anacleto Colombiano

Cambia (ancora una volta) la giunta comunale di San Marcellino. Come su una giostra nella città guidata dal sindaco Anacleto Colombiano c'è chi scende e chi sale: il tutto nel giro di pochissimi mesi. Basti pensare che Ermelinda Pagano era stata nominata assessore appena il 2 maggio e oggi, dopo appena 6 mesi, torna ad essere una 'semplice' consigliera per fare spazio ad un'altra quota rosa, Valeria Campaniello. A quest'ultima il primo cittadino ha dato le deleghe a Sport, Edilizia sportiva, Rapporti con l'associazionismo sportivo e giovanile, Informagiovani, Attività produttive, Programmazione e gestione eventi, Ufficio relazioni col pubblico.

Risaliva invece al 23 febbraio la nomina ad assessore di Luigi D'Aniello mentre al 7 settembre dell'anno scorso quella di Eugenio Maisto. Entrambi (così come Pagano) hanno rassegnato le proprie dimissioni per "motivi strettamente personali" lasciando spazio a Francesco De Cristofaro e Sergio Verdino. Per De Cristofaro sono arrivate le deleghe a Protezione civile e rapporti con gli Lsu, Ambiente, Ecologia e Personale. Colombiano poi ha dato a Verdino le deleghe a Servizi sociali, Politiche della famiglia e per l'immigrazione, Rapporti di carattere sociale. Il sindaco ha giustificato questo rimpasto di giunta come un "provvedimento già programmato e che avevamo già concordato con tutta la maggioranza. C'è stato un accordo elettorale che praticamente dà la possibilità ad ogni consigliere di fare la propria esperienza nell'esecutivo. Ma non a metà mandato, bensì con decreti che arrivano quasi ogni anno per far sì che tutti siano partecipi attivamente dell'attività amministrativa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento