Il sindaco prepara la giunta: ‘mister preferenze’ come vice

Rachele Barbato in pole per la carica di presidente del Consiglio

Il sindaco Nicola Affinito

Si va delineando la ‘prima’ giunta del sindaco di Carinaro Nicola Affinito. Che sarà ufficializzata il prossimo 15 giugno, alle 17, nella sala consiliare del Municipio (seguirà la festa con tutti gli elettori). 

Il vicesindaco sarà sicuramente Mario Moretti che grazie alle sue 520 preferenze si è guadagnato di diritto la seconda poltrona più importante del Comune. A completare la giunta Stefano Masi e 2 donne. Tra le ‘quote rosa’ l’unica certa è Serena Marino, mentre sono in ballottaggio Eufemia Barbato e Rachele Barbato. Quest’ultima però è anche l’indiziata numero uno alla presidenza del consiglio comunale e quindi potrebbe lasciare il posto in giunta ad Eufemia Barbato

In ogni caso questa giunta durerà 2 anni e mezzo: al giro di boa entreranno nell’esecutivo sicuramente Alfonso Bracciano e Nicola Mauro Barbato. Sabato 15 giugno in Assise si deciderà anche chi farà parte della Commissione Elettorale comunale e sarà nominata la commissione per la formazione e l’aggiornamento degli elenchi dei Giudici popolari. In chiusura ci saranno gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune presso Enti, aziende ed istituzioni.

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

Torna su
CasertaNews è in caricamento