Sindaco in bilico, pronta la mozione di sfiducia

I 5 consiglieri che hanno lasciato la maggioranza vogliono chiudere l'esperienza amministrativa

Enzo Galantuomo e Telia Frattolillo sarebbero tra i firmatari della mozione di sfiducia

Non solo la rottura politico-amministrativa, ma la voglia di chiudere definitivamente l'esperienza di un'amministrazione comunale che considerano fallimentare.

I cinque consiglieri che ad inizio settembre hanno ufficializzato il proprio addio alla maggioranza di Marcianise guidata dal sindaco Antonello Velardi, ora sembrano pronti ad un passaggio successivo: presentare e votare, in consiglio comunale, la mozione di sfiducia nei confronti del primo cittadino.

L'iniziativa, partita da Enzo Galantuomo, Telia Frattolillo, Gennaro Laurenza, Tommaso Acconcia e Luciano Buonanno, sarà poi allargata agli altri consiglieri di opposizione. Se non ci saranno novità eclatanti nei prossimi giorni, dunque, questo potrebbe segnare definitivamente il futuro di Velardi.

Il nodo è, però, legato alla tempistica. La mozione di sfiducia, infatti, secondo il regolamento deve essere portata in aula per il voto dal decimo al trentesimo giorno dalla presentazione, ma qualche consiglieri di minoranza sembra aver chiesto tempo almeno fino alle Provinciali. Questo vorrebbe dire indirizzarla al presidente del consiglio comunale Antimo Rondello la prossima settimana, per arrivare a dopo il 3 ottobre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

Torna su
CasertaNews è in caricamento