Mirabelli si ‘defila’, vertice nel Pd per decidere sul congresso provinciale

Il commissario provinciale: "Ora si assumano le loro responsabilità"

Il commissario provinciale del Pd Caserta Mirabelli con Oliviero e Caputo

Ancora 48 ore di attesa e poi finalmente si potrà conoscere la verità sul possibile svolgimento del congresso provinciale del Partito democratico di Caserta. Per venerdì, infatti, è stata convocata la riunione tra i rappresentanti istituzionali della provincia di Caserta per cercare di trovare la quadratura del cerchio sulla possibilità di mettere fine al commissariamento ed andare al congresso.

Si troveranno seduti al tavolo della sede di via Maielli le senatrici Lucia Esposito e Rosaria Capacchione, la deputata Camilla Sgambato, gli europarlamentari Pina Picierno e Nicola Caputo, i consiglieri regionali Stefano Graziano e Gennaro Oliviero. Accanto a loro, questa volta, non ci sarà il commissario provinciale Franco Mirabelli, che, intervistato da CasertaNews, ha affermato: “Io non parteciperò ala riunione di Caserta. Ora sono i rappresentanti istituzionali che devono assumersi le loro responsabilità cercando di trovare una soluzione unitaria per far svolgere il congresso provinciale, senza scaricare tutta la responsabilità sul commissario. Io mi assumerò, poi, le mie responsabilità dopo che mi avranno chiarito la loro decisione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, in queste ore, è tornata in auge la diatriba interna col consigliere regionale Gennaro Oliviero, contro il quale Mirabelli aveva scritto una lettera che è stata consegnata ai vertici nazionali dopo la sconfitta alle elezioni provinciali di Carlo Marino. Un testo, che oggi è stato reso noto, ma che Mirabelli tiene a contestualizzare: “Quella lettera l’ho inviata un mese fa e, nella stessa, spiegavo quella che è la situazione a Caserta. Ma certamente - replica a specifica domanda - non sarò io ad assumere una decisione sulla espulsione di Oliviero, col quale comunque ho un ottimo rapporto. Io ho solo comunicato una situazione che si è venuta a creare all’interno del Partito, la decisione finale dovrà essere assunta da altri, non dal sottoscritto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento