Le spine del sindaco: il gruppo dei ‘dissidenti’ sale a 5

Ora si prova a ricucire uno strappo con una cena prima di Natale

Mimmo Maietta, Carlo Marino e Mario Russo

Metti una sera a cena per tentare di ricucire una maggioranza che si sta sfilacciando un po’ troppo. E’ l’input che il sindaco di Caserta Carlo Marino ha dato ad alcuni consiglieri comunali a lui più vicini per cercare di capire cosa sta accadendo nella sua larga maggioranza.

Le scorie degli ultimi due consigli comunali, infatti, rischiano di sgretolare le certezze dei numeri. Perché se è da tempo che Antonio Ciontoli e Gianfausto Iarrobino viaggiano su strade parallele a quelle del resto della truppa (che raramente si intersecano), nell’ultima seduta ci sono state altre prese di posizioni che fanno riflettere. Quella di Mimmo Maietta, di cui CasertaNews vi ha già raccontato, a cui vanno aggiunte anche quelle del gruppo di Campania Libera, composto da Mario Russo e Liliana Trovato, che non hanno votato le delibere sulle variazioni di bilancio e che poi, sulla mozione sul taglio dei gettoni di presenza, hanno votato in maniera diversa dal resto della maggioranza.

Comportamenti che hanno creato più di qualche dubbio al sindaco Marino che ora vorrebbe capire quale sia veramente la sua maggioranza e su consigliere comunale poter contare. Cosa che potrebbe avvenire, appunto, in una cena da organizzare nei prossimi giorni. Già le presenze potrebbero dire molto su chi sostiene ancora questa amministrazione e chi invece sta seriamente iniziando a prenderne le distanze.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

Torna su
CasertaNews è in caricamento