Ore cruciali per la giunta Golia. Santulli contro i 'tecnici esterni', ma nel Pd si vuole evitare la spaccatura

Entro il week end il sindaco potrebbe rendere noti i nomi degli assessori. Per la presidenza del consiglio comunale la strada sembra portare all'indicazione di Carmine Palmiero

Carmine Palmiero ed Alfonso Golia

Il tempo stringe, ma per ora il sindaco di Aversa Alfonso Golia non si è ancora sbilanciato su quella che sarà la sua nuova giunta che presenterà in consiglio comunale entro una decina di giorni. In realtà nella maggioranza sono in tanti a credere che in questo week end saranno resi noti i nomi degli assessori, ma, ad oggi, solo Golia sembra sapere quale sia la reale strada che vorrà intraprendere.

Nei giorni scorsi il primo cittadino ha chiesto a tutti i gruppi di maggioranza nomi di “tecnici competenti” per aiutarlo a comporre il puzzle, ma ha fatto intendere che l’ultima parola spetterà a lui. Una presa di posizione che non ha lasciare di creare qualche malumore, come quello espresso da Paolo Santulli (primo degli eletti nel Pd) nel corso dell’assemblea cittadina svoltasi mercoledì.

L’aspirante presidente del consiglio comunale ha detto chiaramente di non apprezzare la linea “degli esterni” perché il Pd “avrebbe politici adatti come i tecnici” a ricoprire il ruolo di assessore. Ma in realtà oggi nel Pd non c’è tutta questa voglia di andare contro Golia dopo il mezzo miracolo compiuto per vincere le elezioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello che emerge è l’idea di dargli fiducia soprattutto in questa fase iniziale e permettere, dunque, al sindaco di scegliere lui gli assessori (sulla base delle indicazioni dati dalle liste) e poi vedere nel prosieguo se vi sarà la necessità di mutare qualcosa. Ma se un’indicazione è apparsa chiara negli ultimi giorni è quella di affidare la carica del presidente del consiglio comunale alla lista che ha ottenuto il maggior numero di voti. Una strada che porterebbe a premiare, dunque, la lista ‘La Politica che serve’ ed il primo degli eletti Carmine Palmiero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento