Sconfitti (e non) alle Amministrative già guardano alle Regionali: ecco chi spera nella candidatura

Stabile nega una sua candidatura ma spunta l'idea del figlio

Alfonso Oliva, Nicla Virgilio ed Augusto Bisceglia

Nemmeno il tempo di terminare la campagna elettorale ad Aversa che c’è già chi pensa alla prossima. È il caso di numerosi esponenti della politica cittadina che stanno già mettendo in moto la macchina elettorale in vista delle elezioni regionali del prossimo anno.

Il consigliere anziano (è il consigliere che ha ottenuto il maggior numero di preferenze nella lista più votata, il Pda) Alfonso Oliva non solo condurrà i lavori del primo consiglio comunale dell’amministrazione Golia, ma sta già pensando alla Regione. Oliva, che nella scorsa amministrazione comunale è stato assessore alla Cultura, non ha arrestato la sua macchina elettorale. Ai suoi supporters ha già palesato la volontà di puntare alle regionali.

E non è l’unico. Con lui c’è anche l’ex vicesindaco dell’amministrazione Sagliocco, Nicla Virgilio che punta ad uno scranno in via Santa Lucia dopo la non brillante prestazione del 2015. Ambizioni anche per Orlando De Cristofaro ed Augusto Bisceglia. I due, rimasti fuori dai giochi seppur per motivi diversi (il primo non si è candidato e ha sostenuto il non eletto Raffaele De Gaetano, mentre il secondo è il primo dei non eletti in Forza Aversa), vorrebbero puntare ad un riscatto attraverso le prossime elezioni.

Al momento nega una possibile candidatura l’ex candidato sindaco Giuseppe Stabile. Secondo i ben informati, però, sarebbe pronto a fare un passo indietro e candidare il figlio Francesco. In casa Partito Democratico ci potrebbe essere uno scontro a due tra l’uscente Stefano Graziano ed il non riconfermato all’Europarlamento Nicola Caputo. Entrambi sono già in campagna elettorale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento