L'arresto di Antropoli rischia di far saltare i piani per le elezioni

Ricci, papabile candidato a sindaco di Forza Italia, potrebbe fare un passo indietro

Marco Ricci e Carmine Antropoli

Il terremoto politico che si è abbattuto su Capua con l’arresto dell’ex sindaco Carmine Antropoli per concorso esterno per associazione mafiosa rischia di mischiare tutte le carte in vista della prossima tornata elettorale in primavera. L'ex sindaco di Capua, nonostante non fosse più interessato ad una candidatura in prima persona, stava collaborando alla creazione di un gruppo che avrebbe dovuto ufficializzare a breve anche il proprio candidato sindaco.

In più tra gli indagati c’è anche Marco Ricci, attuale leader di Forza Italia a Capua, che era il candidato sindaco in pectore del partito di Berlusconi. Ora, però, la situazione cambia inesorabilmente. Perché Ricci sarà costretto, suo malgrado, a fare un passo indietro fin quando non sarà chiarita definitivamente la sua vicenda personale e farà saltare anche le trattative che si stava cercando di aprire con Lega e Fratelli d’Italia nel tavolo provinciale e con alcune liste civiche capuane (Capua 3 Luglio, Capua c’è e l’associazione Ora).

Sarà difficile vedere ai nastri di partenza delle prossime elezioni anche Guido Tagliatatela, che, però, sembrava già avere intenzione di non ripresentarsi più. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

Torna su
CasertaNews è in caricamento