L'arresto di Antropoli rischia di far saltare i piani per le elezioni

Ricci, papabile candidato a sindaco di Forza Italia, potrebbe fare un passo indietro

Marco Ricci e Carmine Antropoli

Il terremoto politico che si è abbattuto su Capua con l’arresto dell’ex sindaco Carmine Antropoli per concorso esterno per associazione mafiosa rischia di mischiare tutte le carte in vista della prossima tornata elettorale in primavera. L'ex sindaco di Capua, nonostante non fosse più interessato ad una candidatura in prima persona, stava collaborando alla creazione di un gruppo che avrebbe dovuto ufficializzare a breve anche il proprio candidato sindaco.

In più tra gli indagati c’è anche Marco Ricci, attuale leader di Forza Italia a Capua, che era il candidato sindaco in pectore del partito di Berlusconi. Ora, però, la situazione cambia inesorabilmente. Perché Ricci sarà costretto, suo malgrado, a fare un passo indietro fin quando non sarà chiarita definitivamente la sua vicenda personale e farà saltare anche le trattative che si stava cercando di aprire con Lega e Fratelli d’Italia nel tavolo provinciale e con alcune liste civiche capuane (Capua 3 Luglio, Capua c’è e l’associazione Ora).

Sarà difficile vedere ai nastri di partenza delle prossime elezioni anche Guido Tagliatatela, che, però, sembrava già avere intenzione di non ripresentarsi più. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

Torna su
CasertaNews è in caricamento