ELEZIONI Lettieri unica certezza. E c'è chi ancora tentenna...

Dopo un mese di incontri e trattative non c'è ancora definizione

Vittorio Lettieri

Dante Alighieri li chiamava ‘ignavi’. Sono coloro che, semplicemente, non prendono mai una decisione. A Gricignano invece sono coloro che preferiscono tenere i cosiddetti ‘due piedi in una sola scarpa’. A livello politico l’ultimo mese del 2018 ha regalato “incontri, scontri, scambio di opinioni” (come dice Caparezza nella sua ‘Fuori dal tunnel’) che in pratica però non hanno portato a nulla di concreto. O comunque a nulla di ufficiale: sì perché ci sono ancora troppi politici che, anche sfruttando i social, stringono la mano a destra e poi ‘ammiccano’ a sinistra.

Gli ultimi ‘avvenimenti’ parlano di un gruppo di ‘Uniti si può fare’ tutt’altro che ‘unito’ sul nome del candidato sindaco Vittorio Lettieri. E’ quasi scontato infatti ritenere che sia forte (se non già certa) la candidatura da ‘leader’ di lista del figlio dell’ex sindaco Andrea Lettieri anche in virtù dell’ultimo risultato elettorale e dello strapotere di voti che da soli riesce a portare in una coalizione.

Ma, come già detto in altre occasioni, ci sono ancora troppi politici che non si vogliono confrontare con le preferenze (per evitare figuracce) e quindi chiedono sempre a gran voce di guidare i gruppi, anche magari senza averne la vera forza. Osservatorio Politico propone ovviamente Lettieri come candidato sindaco mentre ‘Uniti si può fare’ chiede “un confronto sul capolista”.

Confronto che però non ci sarà per un motivo molto semplice: Lettieri, da solo e con gli altri ‘dimissionari’ del suo gruppo, potrebbe ugualmente essere ‘forte’ alla prossima tornata elettorale. Chi invece avrebbe tutto da perdere nel lasciare Lettieri sarebbe il gruppo di Aquilante e company che rischia seriamente di andare incontro ad una seconda tremenda debacle qualora volesse ‘camminare’ in solitaria. Anche perché come dicevamo ‘Uniti si può fare’ è tutt’altro che ‘unita’: Di Luise strizza l’occhio a Santagata mentre il Pd (che sostiene Santagata) cerca accordi con la neonata Lega. Ne passerà ancora di acqua sotto i ponti e il rischio è che si arrivi a ridosso della primavera per delle scelte definitive. Anche se non è escluso che Lettieri punti i piedi e (sostenuto dal padre) decida di porre qualche veto o di imporre un a aut aut: e in quel caso tutto si risolverebbe in pochi giorni…

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Muore a 21 anni dopo lo schianto: condannata l'amica

  • Attualità

    In 10mila per don Diana. Polemica per l'assenza delle istituzioni

  • Cronaca

    Intasca soldi dal Comune e li fa scomparire all’estero

  • Cronaca

    Finanza in Comune: acquisiti gli atti sull'appalto rifiuti

I più letti della settimana

  • Si lancia dall'Acquedotto Carolino, un biglietto trovato nell'auto della maestra

  • Avvocato si schianta in moto, una città intera col fiato sospeso

  • Camion fermato in autostrada: la Finanza scopre il trucco, 6 denunciati | FOTO

  • Mamma e figlio muoiono a distanza di pochi minuti

  • Donna si lancia nel vuoto dall'Acquedotto Carolino

  • "La pacchia è finita", l'ira degli attivisti contro Salvini: "Lo denunciamo"

Torna su
CasertaNews è in caricamento