ELEZIONI Blitz della Lega, Pagano in bilico dopo 48 ore. Spunta Cantone

Giornata frenetica: Mastroianni prova a strappare la casella su Castel Volturno, ma arriva il no di Fratelli d'Italia. E si rimette in gioco tutta la partita

Enzo Pagano e Gimmi Cangiano

La Lega mette in bilico un accordo firmato appena 48 ore prima ed ora rischia di isolare Fratelli d’Italia ed il suo candidato sindaco ad Aversa Enzo Pagano. Quella di venerdì è stata una giornata ricca di colpi di scena sullo scenario politico normanno. Perché mentre il segretario provinciale di Fratelli d’Italia aveva avviato l’organizzazione della prima uscita ufficiale per sabato mattina, c’era chi lavorava contro di lui. O meglio, cercava, per il suo tramite, di conquistare la candidatura a sindaco su Castel Volturno. E’ quello che ha provato a fare Salvatore Mastroianni, coordinatore provinciale della Lega, che ha tentato di far desistere Fratelli d’Italia dalla presentazione del candidato sindaco su Castel Volturno in cambio di Aversa. 

Richiesta rispedita al mittente dal segretario regionale Gimmi Cangiano, che in tempi non sospetti aveva chiarito che sulla scelta del candidato sindaco della città castellana non c’erano margini di trattativa. Ed allora è iniziata un’altalena di contatti e telefonate, che hanno spinto la Lega ad offrire la candidatura a sindaco a Nicola Cantone, ex direttore generale dell’ospedale Ruggi di Salerno, nonché difensore civico del Comune di Aversa ai tempi dell’amministrazione Ciaramella, ed attuale manager della clinica Mediterranea di Napoli. Un passo che potrebbe spingere la Lega anche a riallacciare i contatti con Forza Italia, visto che il partito berlusconiano non ha ancora chiuso con Peppe Stabile, sul cui nome c’è qualche difficoltà a trovare l’intesa con alcune liste civiche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento