Si dimettono un altro assessore ed il presidente del Consiglio

La Petrella saluta, idem Benito Palazzo. In giunta è rimasto solo Vaio col sindaco

L'assessore dimissionaria Giuseppina Petrella

Una dimissione tira l’altra ed a Grazzanise rischia di restare solo il sindaco a ‘mandare avanti la baracca’. Dopo Gabriella Parente e Peppe Raimondo, oggi sono arrivate le dimissioni di un altro assessore, Giuseppina Petrella, che era esterna al consiglio comunale. E dopo qualche ora sono arrivate anche e dimissioni di Benito Palazzo dalla carica di presidente del consiglio comunale. Praticamente, ad oggi, il sindaco Vito Gravante può contare solo sul vice sindaco Marcello Vaio che è rimasto al suo posto. In realtà proprio Palazzo potrebbe puntare ad entrare in giunta e questo potrebbe essere alla base della sua scelta di rinunciare all'incarico di presidente del consiglio comunale. Intanto si è ancora in attesa che venga fissato il consiglio comunale per discutere la mozione di sfiducia presentata da cinque consiglieri comunali di minoranza che stanno cercando di stanare i 'dimissionari' per capire se le loro dimissioni rappresentino una vera e propria presa di distanza dall'amministrazione Gravante o se nascondano qualche altra 'intenzione politica'.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento