ELEZIONI Diana 'fa fuori' tre candidati per il codice etico

La coalizione del candidato sindaco ha stilato il regolamento che disciplina la formulazione delle liste

Cesare Diana

Un codice etico che verrà seguito nella formulazione delle liste dei candidati da presentare alle prossime elezioni. È il documento adottato dalla coalizione del candidato sindaco di Castel Volturno Cesare Diana nella serata di ieri dopo una riunione tra i movimenti che appoggiano il consigliere comunale uscente.

In base al codice, per diverse ragioni e motivazioni, non potranno trovare posto nelle liste della coalizione gli ex consiglieri come Alfonso Iovine, Carmine Brancaccio (anche perché è già candidato Raffaele Brancaccio), Pasquale Marrandino (troppa e continua la vicinanza all’amministrazione Russo, anche se mai candidato).

“La regola che si vuole seguire – spiega Diana - è quella della definitiva rottura col passato, all’insegna della trasparenza e dell’innovazione politica. L’obiettivo è vincere per bene amministrare, e non vincere a tutti i costi, per ridare normalità, serenità e certezza del futuro a Castel Volturno, con una amministrazione competente, trasparente ed onesta”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento