ELEZIONI Diana 'fa fuori' tre candidati per il codice etico

La coalizione del candidato sindaco ha stilato il regolamento che disciplina la formulazione delle liste

Cesare Diana

Un codice etico che verrà seguito nella formulazione delle liste dei candidati da presentare alle prossime elezioni. È il documento adottato dalla coalizione del candidato sindaco di Castel Volturno Cesare Diana nella serata di ieri dopo una riunione tra i movimenti che appoggiano il consigliere comunale uscente.

In base al codice, per diverse ragioni e motivazioni, non potranno trovare posto nelle liste della coalizione gli ex consiglieri come Alfonso Iovine, Carmine Brancaccio (anche perché è già candidato Raffaele Brancaccio), Pasquale Marrandino (troppa e continua la vicinanza all’amministrazione Russo, anche se mai candidato).

“La regola che si vuole seguire – spiega Diana - è quella della definitiva rottura col passato, all’insegna della trasparenza e dell’innovazione politica. L’obiettivo è vincere per bene amministrare, e non vincere a tutti i costi, per ridare normalità, serenità e certezza del futuro a Castel Volturno, con una amministrazione competente, trasparente ed onesta”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Muore a 21 anni dopo lo schianto: condannata l'amica

  • Attualità

    In 10mila per don Diana. Polemica per l'assenza delle istituzioni

  • Cronaca

    Intasca soldi dal Comune e li fa scomparire all’estero

  • Cronaca

    Finanza in Comune: acquisiti gli atti sull'appalto rifiuti

I più letti della settimana

  • Si lancia dall'Acquedotto Carolino, un biglietto trovato nell'auto della maestra

  • Avvocato si schianta in moto, una città intera col fiato sospeso

  • Camion fermato in autostrada: la Finanza scopre il trucco, 6 denunciati | FOTO

  • Mamma e figlio muoiono a distanza di pochi minuti

  • Donna si lancia nel vuoto dall'Acquedotto Carolino

  • "La pacchia è finita", l'ira degli attivisti contro Salvini: "Lo denunciamo"

Torna su
CasertaNews è in caricamento