Fratelli d’Italia si riorganizza, affidate le deleghe | I NOMI

Il partito della Meloni lancia il tesseramento in Terra di Lavoro

Entusiasmo, ottimismo e grande partecipazione alla riunione che si è tenuta mercoledì sera presso il circolo di Fratelli d’Italia a Santa Maria a Vico, alla presenza del coordinatore regionale Gimmi Cangiano, del coordinatore provinciale Enzo Pagano e del delegato nazionale, Igino Nuzzo, in occasione del conferimento delle deleghe e la presentazione del nuovo tesseramento.

Tutti presenti gli esponenti della Valle di Suessola e di Maddaloni, la sala gremitissima ha visto la partecipazione di tanti giovani.  “Il nostro è un partito fondato sui valori dell’unità nazionale – ha spiegato il coordinatore cittadino Pasquale Iadaresta - la custodia dell’identità culturale e  valorizzazione della la sua memoria storica. I nostri valori vengono condivisi prima delle poltrone. Siamo per un centrodestra nuovo che si candidi a vincere per governare unendo i valori della destra”.

L’intervento si è poi spostato su tematiche più prettamente locali, in particolare si è evidenziato il lavoro svolto sui territori dai coordinamenti locali, un gioco di squadra che sta producendo i suoi frutti. In sala anche esponenti di Forza Italia, tra cui Giorgio De Matteo e Miriam Macchia.

Sono state quindi conferite deleghe provinciali a Raffaele Crisci (Attività Produttive), Raffaele Lettieri (Sport), Fabio Cembrola (Attività Produttive), mentre sono state ‘presentate’ le deleghe di coordinatore di Maddaloni a Luigi Razzano e di coordinatore di San Felice a Cancello a Mario Sgambato. Il ruolo di vice coordinatore di Santa Maria a Vico è stato affidato Giovanni Carfora, delegato alla comunicazione invece Antonio Iadaresta

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento