Crisi in giunta, l'opposizione: "Il consiglio liberi la città"

Durissimo documento contro il sindaco Velardi e la sua amministrazione

Il sindaco Velardi e Dario Abbate

"Liberare la città". E' quanto spera l'opposizione consiliare di Marcianise che attraverso un manifesto pubblico commenta la crisi politica in cui è piombata l'amministrazione guidata dal sindaco Antonello Verlardi

Nel documento - sottoscritto da Marcianise Democratica, Sinistra e Cambiamento per Marcianise, Cst, Marcianise Libera, Marcianise nel Cuore, Progettiamo il Domani, Ora, Vento di Centro e Società Civile Italiana - si legge "La crisi politico amministrativa sta avendo effetti devastanti sulla città di Marcianise manifestando, più di quanto sia avvenuto da tre anni a questa parte, l’epilogo fallimentare di un’esperienza di governo mai nata. In questi quasi tre anni, dal giugno 2016, l’Opposizione ha messo a nudo costantemente l’inconcludenza, le inefficienze, la mancanza di idee, di progetti, di programmazione della gestione Velardi".

Poi l'affondo: "Marcianise non ha un sindaco - proseguono dall'opposizione - non ha una guida. Marcianise non ha un governo e su questo giudizio oggi non siamo più soli ma in affollata compagnia. Marcianise non può tollerare più - si legge ancora nel documento - un’amministrazione che, sperperando senza ritegno il denaro pubblico, sta conducendo la Città verso il dissesto finanziario".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di qui l'invito al consiglio comunale sui cui "grava una pesante responsabilità". Quella della scelta tra proseguire o "liberare la città e aprire una nuova fase".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento