Nuove tensioni in maggioranza per le mancate revoche di tutti gli esterni

Sono due hanno ricevuto l’atto di revoca del contratto, i consiglieri Pd chiedono di mantenere gli impegni presi

“I patti vanno mantenuti”. E’ questo il messaggio che i consiglieri comunali del Partito democratico hanno mandato al sindaco di Marcianise Antonello Velardi nel corso del vertice di maggioranza svoltosi giovedì sera nel corso del quale sono state messe sul tavolo le mancate revoche dei contratti dei funzionari esterni che sono stati al centro del braccio di ferro che ha portato l’amministrazione comunale ad un passo dallo scioglimento. Evitato solo grazie all’impegno assunto in prima persona dal sindaco Velardi in consiglio comunale che tutti gli esterni ed i comandati sarebbero stati revocati per “premiare” le professionalità interne e risparmiare qualcosa di soldi in bilancio. Ma fino ad ora solo due hanno ricevuto l’atto di revoca del contratto, mentre altri tre restano in organico. Per questo motivo, alla vigilia di un nuovo voto importante (e decisivo) sul rendiconto di bilancio (il prefetto di Caserta Ruberto ha già inviato la diffida per l’approvazione in consiglio comunale) i democrat sono tornati a far sentire la propria voce.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento