Idrico, accordo fatto. La vice presidenza a Grimaldi. I NOMI

Di Biasio verso la conferma sull’asse Oliviero-Bosco

Di Biasio, Iovinella, Ferrara e Palmieri

Dopo 48 ore di trattative serrate ed una Pasquetta tribolata, sembra essere stato trovato l’accordo per presentare la lista al Consorzio Idrico Terra di Lavoro. Le varie anime del centrosinistra pare siano arrivati a trovare un’intesa che prevede comunque la conferma di Pasquale Di Biasio alla presidenza, per volontà dei consiglieri regionali Gennaro Oliviero e Luigi Bosco, mentre il collega Pd Stefano Graziano ha scelto di fare un passo indietro (aveva chiesto discontinuità proprio sulla presidenza) anche per favorire l’intesa.

Nel consiglio di amministrazione entreranno anche Mimmo Iovinella di Sant’Arpino (vicino a Graziano) e Vitaliano Ferrara di Sparanise. Un altro nome sarà indicato in quota Marcianise e dovrebbe essere Pietro Crispino, indicato dal sindaco di Marcianise Antonello Velardi (che proprio entro il 12 aprile, giorno del voto all’Idrico, dovrà ritirare le sue dimissioni da sindaco), mentre la carica di vice presidente dovrebbe andare a Raffaele Palmieri di San Felice a Cancello (anche lui confermato) in quota al consigliere regionale di Forza Italia Massimo Grimaldi, che dunque riesce ad entrare nella partita sul filo di lana.

Nel corso delle votazioni del 12 aprile, sarà indicato anche il nuovo vice presidente dell'assemblea dei soci: la persona indicata è Anacleto Colombiano, sindaco di San Marcellino, molto vicino al consigliere regionale Giovanni Zannini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento