Elezioni provinciali, scintille nel Pd. “Russo candidato deciso in segreteria, la Sgambato sapeva”

Le parole dell'ex deputata hanno scatenato un nuovo dibattito in attesa delle decisioni sull'esclusione della lista

Carlo Russo

La notte post ‘dead line’ per la presentazione delle candidature alle elezioni provinciali non ha ancora permesso di smaltire tutte le tossine all’interno del Partito democratico di Caserta, dove, in attesa di discutere delle dimissioni del segretario provinciale Emiddio Cimmino (la segreteria provinciale è stata rinviata a mercoledì) e di conoscere la decisione della commissione elettorale sulla ricusazione della lista alle Provinciali, a tenere banco sono le polemiche interne dopo le dichiarazioni dell’ex deputata di Santa Maria Capua Vetere Camilla Sgambato, che ha gettato ombre sulla presenza di “candidati che amministrano con la Lega” nella lista ‘Democratici per Caserta’, facendo chiaramente intendere di non aver apprezzato la presenza del consigliere di Santa Maria Capua Vetere Carlo Russo (in maggioranza col coordinatore provinciale della Lega Salvatore Mastroianni).

E la risposta del ruolo che fa capo al consigliere regionale Gennaro Oliviero non si è fatta attendere. “A Santa Maria Capua Vetere - si legge in una nota della lista - Russo amministra insieme a Mirra (storico ex del PD), Presidente dell'ATO voluto dal tutti il centrosinistra, incluso il PD. Inoltre è bene sottolineare che Russo in consiglio provinciale ha sempre appoggiato, sostenuto e votato i provvedimenti e le proposte del PD, contrariamente a qualche iscritto. Infine corre l’obbligo di far presente che tale situazione è stata affrontata ed ampiamente discussa in segreteria provinciale, dove è stato deciso di dare spazio a chi ha sempre sostenuto il PD. Tale verbale è stato approvato all’unanimità dalla segreteria. Sorprende leggere delle dichiarazioni che vanno in un altro senso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dubbio, neanche tanto velato, è che la polemica sia stata creata per cercare di nascondere il nodo della lista ‘Democratici per Terra di Lavoro’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento