ELEZIONI Bosco rifiuta e salta anche il candidato nel collegio di Aversa

Tensione in Campania Libera dopo che Rany Pagano è stato fatto fuor dalle liste

Rany Pagano e Luigi Bosco

C’è tensione e nessuno lo nasconde. La chiusura delle liste del Pd e la scelta dei candidati per i collegi uninominali avrà ripercussioni ancora da valutare. Intanto c’è da monitorare quello che accadrà in Campania Libera, il movimento che fa riferimento al governatore della Campania Enzo De Luca.

Quest’ultimo tra giovedì e venerdì sera ha chiesto più volte al consigliere regionale di Casapulla Luigi Bosco di candidarsi sul collegio uninominale di Caserta, anche per dare man forte alla presenza del figlio Piero capolista nel listino proporzionale di Caserta. Ma Bosco ha ribadito il suo no alla candidatura e ‘tenuto il punto’ sul sindaco di Casaluce Rany Pagano (nome indicato per il collegio di Aversa), che era stato lanciato due settimane fa in una Convention con quasi cinquecento persone. Ma nel corso delle trattative tutto è precipitato. Il 'no' di Bosco ha spinto a tenere fuori anche il sindaco di Casaluce (la candidatura è andata al sindaco di Carinaro Marianna Dell'Aprovitola) che pure ci aveva sperato fino alla fine nella discesa in campo. Ed ora si dovranno tirare le somme degli errori commessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

Torna su
CasertaNews è in caricamento