Giunta e nomine, mugugni in maggioranza contro le scelte del sindaco

Consiglieri indispettiti, mentre Marino guarda “interessato” alla presidenza dell’Ato Rifiuti. Occhio alle assenze nel Consiglio di lunedì: potrebbero essere un segnale

“Stiamo da tre mesi e più senza assessore e per far la nomina del nuovo delegato dell’Asi ci ha messo 10 minuti”. E’ questo il sentimento che pervade alcuni esponenti della maggioranza consiliare al Comune di Caserta dove c’è più di qualche mugugno e muso lungo per la gestione da parte del sindaco Carlo Marino delle nomine attese da mesi. 

Ancor di più dopo la scelta, improvvisa e veloce, di revocare il delegato di Caserta al Consorzio Asi, cacciando Carmine Bevilacqua ed inserendo il consigliere comunale PD Gianni Comunale. Una scelta che Marino ha concordato solo con una parte della sua maggioranza e che ha fatto storcere il naso agli altri consiglieri. E di non motivi non ne mancano. 

Perché in maggioranza c’è chi attende la nomina del nuovo assessore all’Urbanistica da oltre tre mesi (il gruppo di Democratici per Caserta di Maietta & soci); c’è chi ha aspirazioni di poter entrare con un proprio delegato (vedi Gianluca Iannucci e Pasquale Antonucci); senza contare che ci sono nomine ancora in bilico (leggi nucleo di valutazione) e problemi spiccioli che non riescono a trovare soluzioni da mesi. E questa “doppia velocità” del sindaco Marino non è piaciuta. Anche perché l’idea che sta prendendo corpo è quella che il capo dell’amministrazione stia lavorando in asse col consigliere regionale Pd Stefano Graziano per tentare di ottenere la presidenza dell’Ato Rifiuti dopo le dimissioni di Antonello Velardi.

In tale ottica, i prossimi giorni saranno importanti. A partire da lunedì, quando è in programma il consiglio comunale: dalle assenze si inizierà a capire com’è la situazione in maggioranza ad un paio di settimane da quella che rappresenta una “dead-line” per l’amministrazione, con l’arrivo in aula del bilancio. Ed allora sarà interessante capire che atteggiamento avranno i consiglieri comunali Mimmo Maietta, Filippo Mazzarella, Gianluca Iannucci, Pasquale Antonucci, Camillo Federico, Antonio Ciontoli, Gianfausto Iarrobino, Roberto Peluso e Gianni Megna che sono quelli, ad oggi, da ritenere in bilico per il voto sul bilancio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento