Nuova giunta, non solo l'addio alla De Angelis: ecco chi può lasciare

Inizia la settimana cruciale per chiudere una crisi di maggioranza che si trascina da mesi

Gli assessori della 'prima ora' di Enrico De Cristofaro

Si va verso un mini rimpasto nella giunta comunale di Aversa presieduta da Enrico De Cristofaro. Passato lo scoglio del consiglio comunale, nei prossimi giorni sono attesi ulteriori incontri che dovrebbero chiudere definitivamente la partita sulla nuova squadra di assessori.

Non si arriverà all’azzeramento totale così come era stato chiesto da una frangia della maggioranza, per garantire sia le richieste del sindaco (che non vuole mollare il fedelissimo vice Michele Ronza) sia per tutelare gli assessori appena entrati (Raffaele De Gaetano ed Ornella Giannino) e gli eletti (Alfonso Oliva).

Ad uscire, dunque, dovrebbero essere Marica De Angelis (che nelle ultime ore, nei commenti su Facebook, ha smentito sia l’ipotesi di sue dimissioni sia quelle di rientro in Comune con un altro incarico), Antonella Croci e Dino Carratù. La rimodulazione dovrebbe avvenire sulla base della consistenza dei gruppi consiliari, ma è chiaro che sarà necessario inserire almeno due donne per garantire le quote rosa. Una potrebbero indicarla i consiglieri Michele Galluccio e Danila De Cristofaro.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Schianto sull'Asse Mediano, muore motocicilista

  • Agguato con la pistola contro tre persone, arrestato dopo il blitz in casa

  • 3 ARRESTI Pizzo alla ditta di caffè, in manette fedelissimo di Iovine

  • Schianto in autostrada, automobilisti 'intrappolati' da un'ora

  • Allarme furti, cittadini barricati in casa nonostante il caldo

  • Muore a 24 anni: comunità sconvolta

Torna su
CasertaNews è in caricamento