Centro Unico Prenotazioni Telematiche, entusiasta assessore Rufino

Casapesenna - Il Centro Unico Prenotazioni Telematiche – è ormai risaputo – è un punto di accesso dove il qualsivoglia cittadino–utente può prenotare visite, accertamenti ed esami alla propria ASL di appartenenza, senza allontanarsi dal proprio...

Il Centro Unico Prenotazioni Telematiche – è ormai risaputo – è un punto di accesso dove il qualsivoglia cittadino–utente può prenotare visite, accertamenti ed esami alla propria ASL di appartenenza, senza allontanarsi dal proprio paese, ma più semplicemente recandosi a detto ufficio, munito della cosiddetta "impegnativa" del medico e rivolgendosi all'impiegata di turno che provvede alla prenotazione desiderata, appunto per via telematica.
Tale CUPT, a Casapesenna, è funzionante da poco tempo ed è allocato presso il locale Centro Sociale, luogo ormai topico di tanta vita sociale e culturale del piccolo comune agroaversano. Esso resta aperto tutto i giorni: ci si può recare – lo ripetiamo - per prenotare visite ed esami all'ASL di appartenenza, il lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00 ed il giovedì dalle 16.00 alle 18.00 .
Di indubbio merito la scelta dell'amministrazione locale che ha preso al volo l'occasione concessa dall'ASL e ha deciso tempestivamente di realizzare la più giusta sinergia per arrivare al traguardo del CUPT a Casapesenna.
"In verità, è stato da subito evidente – ha dichiarato l'assessora alle Politiche Sociali. Annamaria Rufino – che l'iniziativa avrebbe avuto la risposta più numerosa ed entusiasta dei cittadini. E tutto ciò è apparso chiaro addirittura prima che il servizio diventasse effettivo".
Di fatti, già nei giorni di "prova", nella immediata vigilia dell'apertura del CUPT, decine e decine di cittadini hanno provveduto a recarsi in loco, a comprendere le modalità dello stesso servizio, a documentarsi sulla nuova opportunità in gestazione.
"Ad oggi, possiamo dire che il CUPT – è ancora la dottoressa Rufino a parlare – è una realtà straordinariamente utile e frequentata dai cittadini, soprattutto dai più anziani".
E', infatti, evidente, che il servizio attualmente reso dal CUPT ha come destinatari coloro che sono bisognosi di cure e, sicuramente, tra questi brillano coloro che, per privilegio d'anagrafe, prima erano tra i più penalizzati nel raggiungere l'ufficio lontano dal proprio luogo di residenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Più in generale, la disponibilità del nuovo punto accesso a Casapesenna - come d'altronde in altri comuni - favorisce una sensibile riduzione delle code agli sportelli della stessa ASL e ha il merito di ridurre i tempi di attesa tra la prenotazione e la prestazione richiesta, finendo per meglio razionalizzare la gestione dell'offerta sanitaria.
"C'è di più – è la promessa del sindaco Fortunato Zagaria – abbiamo allo studio, laddove fosse possibile sempre d'intesa con l'ASL, l'eventualità di arricchire ulteriormente l'offerta di servizi del CUPT. Vedremo…".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, sfondata la quota dei mille casi in Campania

  • Coronavirus, 20 casi nuovi. In Campania 956 contagiati

  • Coronavirus, donna contagiata a Santa Maria Capua Vetere

  • Pasqua in quarantena per il coronavirus. De Luca proroga l'isolamento

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

Torna su
CasertaNews è in caricamento