Ex diessini preparano terreno a Zitiello

San Marco Evangelista - Alla sezione cittadina dei Democratici di Sinistra, il Partito Democratico di San Marco Evangelista non è ancora ufficialmente nato, fervono i preparativi per rendere la prossima campagna elettorale per le comunali del 2008...

Alla sezione cittadina dei Democratici di Sinistra, il Partito Democratico di San Marco Evangelista non è ancora ufficialmente nato, fervono i preparativi per rendere la prossima campagna elettorale per le comunali del 2008 un grande successo della sinistra sanmarchese. Nella sede del partito, fondato in città sessantaquattro anni fa, nel lontano 1943, su iniziativa di alcuni compagni, tra cui spicca su tutti l'impegno del primo segretario Giglio, è un continuo fervore di incontri, dibattiti e interpartitici tra i componenti del direttivo e gli iscritti alla sezione e tra questi e le altre forze del centrosinistra. La tradizione comunista, sino al maggio 2003, era dominante a San Marco Evangelista tanto da fargli valere l'appellativo di “Isola rossa” in una provincia in cui la Democrazia Cristiana dominava incontrastata. Già alle passate elezioni europee, la coalizione cittadina di sinistra ribaltò il risultato che li vide soccombere per la poltrona di sindaco, ottenendo una grossa affermazione. Proprio per questo, l’ex segretario cittadino dei diesse, Gabriele Zitiello, e compagni vogliono una netta affermazione in città del partito all’elezione comunale del 2008, per dare un segnale chiaro e forte alla coalizione di centrodestra che sono sempre loro gli avversari da battere e che ben presto riconquisteranno lo scranno del primo cittadino. Con quest'azione l’ex segretario vuole completare quell'opera di riavvicinamento che, in buona parte, è già stata posta in essere con le elezioni europee, al fine di ottenere alle elezioni comunali il massimo dell'efficacia e dell'impegno dei compagni, capace di far eleggere un proprio esponente all’ente di Corso Trieste. Ma l’aver ottenuto, dal maggio 2003 ad oggi, un così grosso risultato alle varie elezioni succedutesi: europee, provinciali, nazionali, non ha consegnato la candidatura locale a sindaco, anche se è fuori discussione il rafforzamento della leaderschip dell’ex segretario Gabriele Zitiello, l’unico che, proiettato verso una candidatura certa a Sindaco di San Marco Evangelista, avrebbe qualche chance di vittoria. Infatti, gli altri alleati della coalizione, a cominciare dal consigliere comunale Donato Zitiello della Margherita che ambirebbe a fare il sindaco. C’è, poi, Giuseppe Merenda, segretario cittadino dei Comunisti Italiani, un passato prestigioso anche per il posto ricoperto presso l’amministrazione provinciale di Caserta. Seguono, i “carneadi” di Rifondazione comunista, dell’Italia dei Valori e dei Socialisti. Insomma, se i candidati alla poltrona di sindaco non mancano, quella che sembra certo è che difficilmente torneranno a guidare la città di San Marco, visto i “troppi galli a cantare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

Torna su
CasertaNews è in caricamento