DErcole: Emergenza rifiuti non si supera con demagogia

Napoli - “Con la demagogia e le chiacchiere vuoto a perdere, non si puliscono le strade della nostra Regione”. Lo sottolinea, il capogruppo regionale di Alleanza Nazionale, Francesco D’Ercole, commentando l’ultima esternazione del “governatore”...

“Con la demagogia e le chiacchiere vuoto a perdere, non si puliscono le strade della nostra Regione”. Lo sottolinea, il capogruppo regionale di Alleanza Nazionale, Francesco D’Ercole, commentando l’ultima esternazione del “governatore” Antonio Bassolino che, nell’esprimere soddisfazione per il “no” del Governo alle dimissioni di Bertolaso, ha sentenziato che ora bisogna mettersi “tutti al lavoro per recuperare queste giornate d’incertezza” e che “bisogna andare avanti per applicare il decreto varato dal Governo”. “Ebbene – ha sottolineato D’Ercole – non possiamo non essere d’accordo con lui, quando chiede a tutti “fattiva e leale collaborazione”. Ma vorremmo ricordare a Bassolino che è la sua maggioranza che, demagogicamente, impedisce qualsiasi iniziativa in materia di rifiuti; ed a lui stesso, che se l’emergenza rifiuti in Campania è arrivata all’attuale livello di insostenibilità, la responsabilità è soprattutto sua, che in questi anni – prima come commissario di governo all’emergenza rifiuti, oggi come presidente della Giunta Regionale – ha fatto ben poco per risolvere in maniera definitiva il problema. Ha sperperato, prima direttamente, poi attraverso intermediari, risorse enormi per mettere a punto provvedimenti tampone, mai finalizzati al superamento della crisi, piegandosi continuamente ai ricatti dei suoi alleati. Quegli stessi suoi alleati che nel mentre si mettono di traverso e continuano a dire “no” alla realizzazione dei termovalorizzatori, ma anche al temporaneo ritorno alle discariche - richieste da Bertolaso per ripulire le città - poi scendono in piazza e capeggiano le proteste dei cittadini perché le strade sono aggredite da cumuli maleodoranti di spazzatura e le città della Campania, nessuna esclusa, si sono trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto, mettendo a rischio l’incolumità dei residenti”. “Prima di richiamare gli altri al rispetto del decreto governativo – ha ribadito l’esponente di An – il governatore dovrebbe invitare i suoi compagni di cordata a smetterla con questo comportamento all’insegna dell’ambiguità, ricordandogli che non si può avere “la botte piena e la moglie ubriaca” e che nella situazione in cui è costretta la Campania, non è più possibile continuare a dire “no” a tutto ed al suo contrario”. “Purtroppo – ha concluso D’Ercole – le risorse sprecate ormai sono andate perdute e non ci resta che sperare nella Magistratura per sapere dove, come e per colpa di chi, sono finite; ma la salute dei cittadini va salvaguardata. Da possibili infezioni per i miasmi dell’immondizia, ma anche dai ricatti di chi continua a pretendere tutto ed il contrario di tutto e, così facendo, impedisce di arrivare all’eliminazione definitiva della “munnezza” dalle nostre città”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento