Bando per l'avvio dei Patti Formativi Locali

Napoli - E' stato pubblicato il bando che darà avvio al nuovo strumento di finanziamento di interventi di formazione integrata, promosso dall’Assessorato regionale alla formazione. 20 milioni di euro per la prima sperimentazione dei Patti...

E' stato pubblicato il bando che darà avvio al nuovo strumento di finanziamento di interventi di formazione integrata, promosso dall’Assessorato regionale alla formazione.
20 milioni di euro per la prima sperimentazione dei Patti formativi locali. Sul BURC l'avviso di selezione per la presentazione delle proposte progettuali che siano finalizzate ad accompagnare e supportare i programmi di sviluppo e di investimento già in corso sul territorio attraverso interventi di formazione del capitale umano diretti al miglioramento della competitività e al rafforzamento della coesione sociale e attraverso la concentrazione di risorse e di azioni su specifiche aree geografiche e su filiere produttive.
Obiettivo dell'intervento è la programmazione negoziata e la concertazione di Enti: almeno 3 infatti i soggetti promotori, che dovranno appartenere alle seguenti tipologie: Città capoluogo, Province ed altri Enti locali; responsabili della programmazione negoziata dotati di personalità giuridica; associazioni datoriali provinciali o regionali; associazioni sindacali provinciali o regionali; enti bilaterali; Università (Ateneo e non singolo Dipartimento).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
In ciascun progetto, da redigere secondo il formulario allegato al bando, dovranno essere previsti interventi proposti direttamente da imprese in forma singola o consortile interessate a rafforzare le competenze del proprio personale, attraverso interventi di formazione continua, nonché a formare profili professionali occupabili attraverso iniziative formative per l’inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro. Le suddette aziende, operanti in qualsiasi settore economico, dovranno essere precedentemente selezionate dai promotori, tramite una "Manifestazione di interesse", il cui fac-simile è stato predisposto dal dirigente regionale responsabile del procedimento.
Le proposte progettuali dovranno essere presentate entro 90 giorni dalla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale Regionale. L'analisi dei progetti avverrà in base a criteri quantitivi per un massimo di 45 punti e su qualitativi per un massimo di 55 punti. In particolare tali parametri andranno a valutare, tra le altre cose, la rappresentatività dei soggetti proponenti rispetto alle esigenze e ai bisogni del territorio e della filiera produttiva riferimento, nonché la competenza degli stessi rispetto alla proposta progettuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Malore improvviso, ragazzo di Aversa muore in Spagna

Torna su
CasertaNews è in caricamento