Ciaramella: vinceremo al primo turno

Aversa - Undici formazioni, tra partiti e liste civiche, sostengono la ricandidatura del sindaco uscente Mimmo Ciaramella. Stamattina, presso un auditorium dell’ex macello stracolmo di esponenti politici, è stata ufficializzata la candidatura del...

Undici formazioni, tra partiti e liste civiche, sostengono la ricandidatura del sindaco uscente Mimmo Ciaramella. Stamattina, presso un auditorium dell’ex macello stracolmo di esponenti politici, è stata ufficializzata la candidatura del primo cittadino, espressione della coalizione di centrodestra. Forza Italia, rappresentata dal senatore Pasquale Giuliano, Alleanza Nazionale con Antonio Schiavone, l’Udc con Cesario Liguori, il Pdc con Nicola Lama, il Circolo della Libertà con Plinio Frunzio, Diritti e Libertà con Valerio Ferrara, Aversa Popolare rappresentata da Antonio Di Santo, i Verdi federalisti con Pasquale Mariniello e i repubblicani hanno pubblicamente annunciato il pieno appoggio per la continuazione dell’esperienza politico-amministrativa. “Ciaramella è uomo pragmatico ed illuminato – ha detto il senatore Giuliano – che con quest’amministrazione ha portato termine una serie straordinaria di opere pubbliche che hanno davvero trasformato il volto della città. In particolare, la riqualificazione dell’Arco dell’Annunziata, da decenni annunciata e solo ora realizzata, costituisce davvero il simbolo più efficace del buon governo di Ciaramella”. Lungo l’intervento del primo cittadino che si è sottoposto anche alle domande dei giornalisti. “Siamo una coalizione ampia e coesa che, ne sono certo, vincerà al primo turno. Il mio secondo mandato sarà all’insegna della continuità e della rottura: continueremo l’ottimo lavoro svolto evitando quegli errori che hanno portato litigiosità e freni per l’esperienza politica ed amministrativa. In cinque anni abbiamo operato, in tutti i campi, con realizzazioni eccezionali senza aumentare di un solo euro le tasse per i contribuenti. E a chi mi dice che abbiamo operato bene solo nel campo delle opere pubbliche, rispondo chiedendo quale amministrazione ha realizzato così tanto in tutti i campi, dalla vivibilità alle politiche sociali passando per la cultura. Un solo esempio per le politiche scolastiche: quando siamo arrivati, pagavamo un milione di euro di fitti, ospitando le scuole in locali davvero poco dignitosi per lo svolgimento delle attività didattiche.Oggi, quest’amministrazione paga 50mila euro di fitto annuo e ha consegnato alla città cinque nuovi istituti scolastici: segno evidente della buona programmazione realizzata in quseti anni che ha dato frutti concreti e tangibili. Tanto più che la nostra città, sempre per restare in tema di politica scolastica, è l’unica in provincia di Caserta ad aver messo in sicurezza tutte le scuole”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento