Intimidazioni: Pascarella chiude consiglio comunale

Villa Literno - Non ci sarà Antonio Bassolino, bloccato da precedenti impegni, ma al consiglio comunale straordinario di lunedì convocato dopo le intimidazioni al sindaco Enrico Fabozzi la Regione Campania sarà rappresentata da numerosi assessori...

Non ci sarà Antonio Bassolino, bloccato da precedenti impegni, ma al consiglio comunale straordinario di lunedì convocato dopo le intimidazioni al sindaco Enrico Fabozzi la Regione Campania sarà rappresentata da numerosi assessori. Finora hanno confermato la loro presenza Rosetta D'Amelio e Corrado Gabriele.
Ci saranno poi Maria Fortuna Incostante della Commissione Affari Costituzionali e la senatrice Ds Annamaria Carloni, moglie di Bassolino.
Dalla Provincia, dovrebbe essere certa la presenza del Presidente Sandro De Franciscis.Con lui, dovrebbero arrivare diversi assessori di spicco.Hanno confermato la loro presenza sinora Enrico Milani e Mimmo DellAquila.
Certe dovrebbero essere anche presenze di Gennaro Coronella e Nicola Cosentino
Probabilmente ci sarà anche il Prefetto di Caserta Maria Elena Stasi
Per la prima volta nella storia repubblicana, poi, un consiglio comunale sarà chiuso da un sottosegretario al governo: ci sarà infatti il senatore Gaetano Pascarella, che da subito è stato vicino al primo cittadino di Villa Literno che nella serata di mercoledì aveva rinvenuto una testa di maiale appesa al portone della sua abitazione, in via Roma.
Immediatamente sono state allertate le forze dell'ordine, la prefettura e il Ministrero degli Interni, ma al momento la natura del gesto non è stata chiarita dagli inquirenti.
Al sindaco di Villa Literno sono arrivati attestati di solidarietà da tutta Italia.
Si è fatto sentire anche il Ministro Luigi Nicolais che ha dichiarato: «Esprimo la mia più forte solidarietà al sindaco Enrico Fabozzi vittima di un gravissimo gesto intimidatorio. Sostengo a pieno lo spirito di legalità e trasparenza che caratterizza l'azione amministrativa del Comune di Villa Literno. Enrico Fabozzi in questi anni di governo del Comune casertano è stato protagonista di una straordinaria stagione di cambiamento e di diffusione di una sana cultura di legalità. Il governo, che proprio nelle ore in cui si consumava l'atto criminale si riuniva a Caserta, a maggior ragione sarà impegnato in un'azione di contrasto alla criminalità organizzata senza quartiere e di vicinanza e sostegno a quei valorosi amministratori, che a cominciare dall'esperienza di Villa Literno dimostreranno di non voler arretrare dinanzi alla minaccia criminale, ma di voler rilanciare la buona amministrazione trasparente».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento