Vertice emergenza rifiuti con Prodi e Pecoraro Scanio

Napoli - Vertice sull'emergenza rifiuti in Campania presso Castel dell'Ovo, a Napoli, tra il presidente del Consiglio Romano Prodi, il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, il commissario straordinario per l'emergenza rifiuti Guido...

Vertice sull'emergenza rifiuti in Campania presso Castel dell'Ovo, a Napoli, tra il presidente del Consiglio Romano Prodi, il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, il commissario straordinario per l'emergenza rifiuti Guido Bertolaso, il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino e il presidente della Provincia di Napoli Dino Di Palma.
"Vai, vai, vai": al termine del vertice sui rifiuti che si è tenuto questa mattina a Napoli, il premier Romano Prodi ha voluto sottolineare così, ripetendo per ben sette volte l'invito, la vicinanza e il sostegno del governo al commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania Guido Bertolaso.
Un sostegno molto apprezzato dal capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, che aveva appena concluso la presentazione del piano di intervento che dovrebbe consentire, se tutte le fasi saranno rispettate, di uscire definitivamente dall'emergenza entro la fine dell'anno, come previsto dal decreto che conferisce i poteri a Bertolaso. "Credo che le parole del presidente del Consiglio - ha detto - siano il miglior viatico per il compito che ci aspetta". "C'era qualche preoccupazione intorno a questo vertice e c'era chi temeva che potesse rappresentare un'ombra per la riunione di Caserta - ha aggiunto il capo della Protezione Civile - e invece è stata una riunione molto utile, in cui tutti hanno mostrato grande attenzione al problema".
Il ministro Pecoraro Scanio, parlando con i giornalisti, ha dichiarato: "Un vertice importante durante il quale ho annunciato la commissione che abbiamo costituito ieri con il ministro Luigi Nicolais che, entro 60 giorni, dirà al Commissariato di governo (per l'emergenza rifiuti) e alle autorità locali quali siano tutti gli impianti più moderni che esistono sul mercato e che siano disponibili, in modo - ha proseguito il ministro - che si saprà su cosa investire, ma che sia moderno e adatto ad uno smaltimento dei rifiuti avanzato".
Il sindaco Iervolino ha, intanto, ribadito che Napoli si impegnerà sulla raccolta differenziata e che "la città è pronta a nuove iniziative (come termovalorizzatori a basso impatto ambientale di cui ha parlato ieri il ministro Pecoraro) anche se la città ha un problema enorme: avere tanti abitanti su poco territorio. La nostra situazione non è paragonabile - ha concluso il sindaco - a quella di Benevento o Avellino dove gli abitanti sono pochi e il territorio è tanto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento