Anzalone (Dl) scrive a sindaci dell'avellinese

Avellino - "Ill.mo Sig. Sindaco,mi è davvero gradito comunicarLe - certo che una comunicazione del genere sarà inviata alla S.V. anche dal Governo regionale - che la Legge Finanziaria Regionale 2007, approvata dal Consiglio in data 30-12-2006...

"Ill.mo Sig. Sindaco,
mi è davvero gradito comunicarLe - certo che una comunicazione del genere sarà inviata alla S.V. anche dal Governo regionale - che la Legge Finanziaria Regionale 2007, approvata dal Consiglio in data 30-12-2006, prevede ai commi otto e nove dell’articolo cinque quanto segue: “per i comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti è istituita una speciale graduatoria riguardante bandi di finanziamento di opere pubbliche ai sensi delle leggi in vigore che richiamano le procedure della legge 51/78. I suddetti comuni sono esentati dalla compartecipazione finanziaria alle opere previste nel bando e sono autorizzati a capitalizzare l’importo concesso a ciascuno di essi. I termini per l’utilizzo degli investimenti concessi agli enti locali, di cui alla legge regionale n. 51/78, n. 42/79 e n. 50/85, con i piani di riparto 2000-2005, sono prorogati di 360 giorni dalla data di pubblicazione della presente legge e sono cumulabili”. Questa importante innovazione legislativa in tema di opere pubbliche, mi si consenta di dirlo, è il risultato di una mia iniziativa perché i piccoli e medi comuni, che rappresentano la quasi totalità dei comuni irpini e la stragrande maggioranza di quelli campani, possano progettare e realizzare interventi essenziali alla crescita civile, all’assetto edilizio e urbanistico e alla qualità della vita delle loro comunità senza l’assillo di far ricorso a risorse proprie, di cui sono quasi del tutto sprovvisti, date le vistose difficoltà finanziarie dei loro bilanci. Ora, invece, entrando a fare parte di una graduatoria a parte, che spero la Giunta regionale istituisca prontamente, e potendo realizzare opere pubbliche senza compartecipazione finanziaria propria, i comuni si vedono messi nelle condizioni di agire in un così vitale settore, creando anche occasioni di lavoro e di occupazione.
Mi fa anche piacere comunicare che, sempre nella seduta del 30 dicembre, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno da me presentato affinché i fondi comunitari 2006-2013 vengano in parte cospicua destinati allo sviluppo zone interne, ponendo fine a quella che è ancora un’ingiusta discriminazione. Ma perché ciò avvenga, è necessario che, senza indulgenze per ciò che si è rivelato privo di forza e credibilità, i comuni irpini, chiedendo innanzitutto l’intervento delle massime istituzioni provinciali, l’Amministrazione provinciale e il Comune di Avellino, oltre che delle forze produttive e sindacali, promuovano un tavolo di concertazione e di programmazione perché la Regione sia chiamata a finanziare ciò che può seriamente avviare una ulteriore fase di crescita economica e sociale delle nostre comunità. E’ il solidale impegno, la concertazione, lo sviluppo autocentrato e ascensionale l’unico modo per affrontare la grave crisi che attanaglia l’Irpinia.
Per conto mio, essendo legato a questo tipo di politica ed essendo del tutto alieno, per convinzione etico-politica, da una prassi politica fatta di clientelismo e favoritismo, sono disponibile a prodigare tutte le mie energie, pur se sono deboli, e le mie competenze, pur se sono modeste, ma sempre e solo animate dai principi di quella che da sempre chiamo politica pulita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Cordiali saluti"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento